giovedì 9 settembre 2021

Il sacrificio

Unreal City, 9 settembre 2021

Il lettore abbia la pazienza di leggere tale scarno e agghiacciante resumé:

"Venerdì 10 settembre, alle ore 10.30, una marionetta alta 3,5 metri arriverà in piazza San Pietro, vicino al monumento Angels Unawares, la scultura dei migranti, inaugurata due anni fa. La marionetta, Amal, rappresenta una bambina rifugiata che, partita il 27 luglio da Gaziantep, al confine turco-siriano, gira l'Europa in cerca della sua mamma fino ad arrivare a Manchester, nel Regno Unito … La diocesi di Roma, supportata dalla Sezione Migranti e Rifugiati del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, ha accolto l'invito degli organizzatori del Festival The Walk - progetto ideato per sensibilizzare circa la realtà dei rifugiati, in particolare dei minori - a preparare la tappa romana di Amal. Ad accogliere la marionetta in piazza San Pietro ci saranno il cardinale Michale Czerny, sotto-segretario del dicastero vaticano, e il vescovo ausiliare di Roma, Monsignor Benoni Ambarus, delegato per la Carità, per i Migranti e per la pastorale dei Rom e dei Sinti, che le daranno il benvenuto, ognuno con un breve saluto".

Il 10.09.2021 o, a scelta, il 10.09.21, la bambola voodoo nella foto sosterà nel luogo della Cristianità e dell’Occidente tutto.
Dopo un itinerario al contrario.
Non sarà, infatti, un Europeo a muovere verso l’Oriente, ma l’Oriente a muovere verso l’Occidente, sino al cuore dell’Inghilterra, architrave del Nuovo Mondo Futuro. Siria e Occidente sono puri nomi: a rilevare qui è solo l’essenza della profanazione cioè il viaggio al contrario.
La burattina, fra le cui costole è imprigionato un essere umano, richiama irresistibilmente alla memoria dei cinefili la scena finale di The wicker man, capolavoro folk-horror del 1973.
Ecco la trama, desunta da Wikipedia:

Il sergente Neil Howie riceve una lettera anonima che richiede la sua presenza a Summerisle, una remota isola appartenente al gruppo delle isole Ebridi, famosa per la sua frutta abbondante. La lettera denuncia la scomparsa di una bambina di nome Rowan Morrison, ormai introvabile da mesi.
Howie, un devoto cristiano episcopale celibe, si reca sull'isola i cui abitanti venerano le antiche divinità celtiche dei loro antenati, pratica che offende la sensibilità religiosa del sergente: le coppie hanno rapporti sessuali all'aperto, ai bambini viene insegnato il simbolismo fallico dell'Albero di maggio e per curarsi il mal di gola gli abitanti mangiano le rane …
Alloggiando in un'osteria dove incontra Willow, la figlia del barista, Howie nota una serie di fotografie che celebrano i festival annuali del raccolto. Ogni fotografia mostra una bambina circondata dai frutti del raccolto. Howie nota che non c'è la foto dell'anno precedente …
Successivamente Howie scopre il negativo della foto mancante, che mostra Rowan circondata da uno scarso raccolto. Cosciente del fatto che le società pagane antiche rispondevano a tali eventi con sacrifici umani, Howie deduce che Rowan è ancora viva e che sarà sacrificata durante il periodo di calendimaggio con l'idea di assicurare un buon raccolto … Howie scopre Rowan legata a un palo, la libera e, dopo una breve fuga, emergono insieme da una caverna, dove vedono [il capovillaggio] Summerisle e gli altri isolani che li aspettano. Mentre Rowan abbraccia ignara il Lord, gli isolani circondano Howie minacciosamente.
Lord Summerisle spiega allora ad Howie che era stato deliberatamente invitato sull'isola con la falsa storia della bambina scomparsa, e conferma che il raccolto dell'anno scorso era stato disastroso. In un tale evento, la loro religione richiede un sacrificio umano a Nuada, il dio del sole. Howie è considerato un sacrificio ideale, perché è ancora vergine, è venuto sull'isola di libera volontà e possiede ‘il potere di un re, rappresentando la legge’ …
In cima alla collina, Howie viene imprigionato in un enorme statua di vimini riempita d'animali. La statua viene incendiata, e gli isolani cominciano a cantare Sumer is icumen in. Howie inutilmente grida tra le fiamme che fu Dio a devastare i raccolti, per punire il loro paganesimo. Ormai morente, recita il Salmo 23, prima di esalare l'ultimo respiro, invocando Gesù. Il film si conclude con la testa della statua di vimini che crolla nelle fiamme, rivelando il sole che tramonta in lontananza
”.

Da tali lumeggiamenti deduco, da vero sbarazzino, che il 10 settembre verrà sacrificata, simbolicamente, nel luogo stesso del suo nascere, in piazza San Pietro, la Cristianità (Pietro, infatti, fu qui martirizzato e sepolto: che ciò corrisponda alla verità storica è, ai nostri fini di indagatori, del tutto secondario).
Jorge Bergoglio, insomma, quale ultimo rappresentante di una dinastia quadrimillenaria da annientare, poiché intrisa di troppe suggestioni, dal Classicismo alla Cristianità, brucerà, altrettanto simbolicamente, nella carcassa della Bambola del Grano (per tale motivo, egli, come oggetto della cerimonia di dissacrazione, non sarà presente). Il suo sacrificio, di re cristiano, paludato di bianco, segnale di virginea purezza, avverrà di propria volontà: egli, Bergoglio, infatti, vuole questo. Tale ultimo elemento, la volontà, come spiegammo a sazietà in altri luoghi, è fondamentale; nelle vampirizzazioni di Bram Stoker, a esempio, solo il “no” assicura la salvezza. Bergoglio dirà sì.

L’ultima inquadratura del film mostra il sole che tramonta in lontananza. Si giustifica, così, l’etimologia della parola Italia proposta dal filologo eretico Giovanni Semerano: Italia, da accadico "Atalu", "terra dell’oscurità". Il tramonto dell’Antico Ordine, sancito da tale olocausto, occulto poiché sotto gli occhi di tutti, prepara l’avvento del Novus Ordo, il sol dell’avvenire nichilista.
Il termine Amal significa, coerentemente, aspettativa, desiderio, speranza
Speranze che non sono più le nostre.

Vergo queste pericolanti illazioni alle ore 22.18, dopo una giornata in cui l'abominio si è rivelato costantemente nella mediocrità dei fatterelli quotidiani. La solitudine, di perfezione cristallina, è ora coerentemente metafisica. Nulla più mi lega a questo tempo.

29 commenti :

  1. Condivido, applicando a me stesso questa tua ultima fondamentale considerazione: La solitudine, di perfezione cristallina, è ora coerentemente metafisica. Nulla più mi lega a questo tempo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo alcuni di noi sono stati trasformati, in breve volgere di decenni, in perfetti abusivi della più disgustosa contemporaneità.

      Elimina
  2. Buongiorno Alceste, estremamente evocativo e puntuale come sempre...
    Ma dove intendono poi compierli, i successivi atti del rito?
    Che lei sappia, impacchetteranno la pupazza per un aereo diretto a Manchester o ci saranno altre tappe di peso simbolico, prima, come quelle che, per deduzione, devono esserci state dal 27 luglio ad oggi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pare che questa Pupazza abbia un proprio itinerario: il progetto, infatti, si chiama "The walk". Bisognerebbe capire quali sono state le sue tappe ... magari si scopre un iter simbolico ... personalmente non ho voglia di approfondire queste miserie.

      Elimina
  3. 11 settembre, 10 settembre.. sarà un conto alla rovescia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse ... ci stanno inondando di messaggi più o meno occulti. Se ne afferrano alucni brani anche se il risultato finale di tali rituali è chiarissimo da decenni.

      Elimina
  4. Prima la Pacha Mama ora la Pupazza... mah, pare ci sia voglia di neopaganesimo nell'aria. Però questo paganesimo non è quello solare ed apollineo, non aspira al cielo ma sprofonda nel limo, mi perdonino le lettrici ma è qualcosa di femminile, dionisiaco, lunare.
    Qualcuno sostenne, e secondo me non senza fondate ragioni, che un cattolicesimo scristianizzato non sia altro che una riedizione del paganesimo, inteso come la religione del pagus non quella dell'urbe.
    Prima di stupirci di fronte a certe cose riflettiamo un attimo su questa domanda: quanto cristianesimo autentico è rimasto nel cattolicesimo attuale?
    La cultura occidentale è la risultante della fusione della cultura classica con il cristianesimo, se questi elementi vengono a mancare, e mi sembra che entrambi siano ridotti ai minimi termini, tutto il resto crolla miserabilmente.
    L'occidente tramonta, è il tramonto di un tramonto...

    RispondiElimina
  5. Restando in tema di neopaganesimo e di genere horror ecco un film che sembrerebbe ammiccare ad un futuro probabile o ad una metafora del presente:

    https://it.wikipedia.org/wiki/Midsommar_-_Il_villaggio_dei_dannati

    gli ingredienti ci sono tutti: droghe, sesso libero, eutanasia, ecologismo e chi più ne ha più ne metta... praticamente il programma politico della sinistra radical chic* attuato in una società utopica/distopica.

    * è roba "de sinistra" che però non dispiace alla sedicente destra finto conservatrice.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questi non sono neopagani o wiccani o altre variazioni sul genere; non vogliono nulla, né hanno mire o vie verso il futuro. Il loro proposito consiste nel ridurre in cenere ciò che trovano, e basta. Nulla di costruttivo li muove se non questa utopia della dissoluzione. Certo, occorre considerarli nelle loro varie articolazioni ... dai caporioni agli intellettuali sin alla deboradante massa di coglioni ...
      Il filmacchio l'ho visto ... è una variazione su The wicker man condita in salsa liberal-radicale: la solita sbobba che il pubblico, ormai alla frutta, scambia per chissà cosa.

      Elimina
    2. Ma si che ce l'hanno, le mire verso il futuro: l'uguaglianza universale.
      Noi probabilmente siamo tutti cresciuti col timore bambinesco di andare all'Inferno e abbiamo frequentato il catechismo in chiesa negli anni formativi. Cosa siano la religione e la fede lo sappiamo di prima esperienza, anche se magari al catechismo non si seguiva e si bestemmiava di nascosto, ed oggi si è indifferenti alle questioni spirituali.
      Loro no, sono atei, hanno un vuoto da riempire. Com è strutturato il cervello di qualcuno che non ha riferimenti morali interiorizzati quando era piccolo? Ho cominciato a chiedermelo. Ci sarà un vuoto a perdere, puntualmente riempito - in modo fortemente imperfetto, grottesco, rispetto a quanto può essere inculcato da tradizioni secolari - dal primo credo messianico che passa, ovvero allo stato attuale quello progressista-woke dell'uguaglianza universale.
      La strategia è un attacco indiscriminato al buon senso comune, onde lasciare la gente confusa e senza riferimenti su ciò che è giusto e sbagliato. A quel punto non si potrà che abbracciare gli ideali oggi divenuti radical-pannelliani come unico costruttore di senso.
      Se non conducessero una continua operazione di sovversione delle istituzioni culturali, finirebbe tutto come un secolo fa, con la gente che al momento della rivoluzione (ai tempi, comunista) non si fida, perché non se la sente di abbandonare le certezze della società borghese e cristiana tradizionale. Ma la cultura (qui intesa come 'spirito dei tempi') è a valle delle istituzioni. Se si catturano e poi smantellano queste ultime, si lasciano le nuove generazioni senza i solidi riferimenti culturali dal passato, ed esse non potranno che abbracciare, come infatti fanno, i nuovi ideali distopici proposti oggi.

      Elimina
    3. L'uguaglianza universale è pura ovatta che ficcano nelle teste vuote di queste ultime generazioni. Il concetto non ha più relazioni con econimia, politica, socialità ... è un flatus vocis utilizzato per altri scopi: quelli della schiavizzazione totale, irreversibile, definitiva.

      Elimina
    4. Con eguaglianza universale intendo la naturale conseguenza del credere che l'uomo nasca tabula rasa, e che quindi ognuno sia interscambiabile per ogni ruolo in tutto il pianeta. E' la base del liberalismo progressista, ovvero la mentalità dominante oggigiorno, ed ha portato a cose come le paraolimpiadi e le donne soldato.
      Pel resto la teoria dell'infiltrazione comunista di tutti gli apparati spiega con parsimonia (principio del rasoio di occam) la follia ed il fanatismo del globohomo senza dover chiamare in causa complotti con grandi vecchi.
      A quel che ne sappiamo noi, tutte le imposizioni dall'alto che ci tiranneggiano vengono dai progressisti, e anche nel quotidiano delle piccole cose sono loro che creano i problemi.
      Complotti che coinvolgono grandi vecchi sono più complicati da spiegare. Certo, bisognerebbe chiarire dove sono rifluiti i capitali delle banche dominanti nell'ottocento: rothschild, lazard e compagnia non sono mai fallite. Qualcuno dovrebbe provare a documentare i collegamenti nel tempo che probabilmente legano gli attuali azionisti di maggioranza di blackrock (3a concentrazione di valore nel mondo dopo le economie di usa e cina) e simili gruppi di controllo (vanguard, fidelity), a quelle vecchie banche.
      Ma anche se fosse questi grandi vecchi dovrebbero inventarsi qualcos'altro, se non potessero contare sui fanatici della religione sinistrata tutt'ora in auge. A parte anche il fatto che pure ammettendo il piano dei grandi vecchi, essi se lo passerebbero di generazione in generazione, quindi in questa sovversione secolare ci sarebbe un elemento di missione religiosa. E qui farebbero la loro entrata dal sipario c. borghi e i suoi.

      Elimina
  6. Vorrei ricordare che prima dell'inizio della pandemia c'è stata un'altra processione che ha attraversato tutto l'occidente: è stato portato in processione Anubi, il dio dei cimiteri; l'hanno camuffata con la mostra dedicata al tesoro di Tutankhamon.(https://www.repubblica.it/2006/05/gallerie/esteri/anubis-a-londra/4.html)
    Questa processione ha preceduto la trasformazione dell'occidente in un cimitero.

    Ho risposto, nel mio piccolo, organizzando un Perdon (nelle cattedrali di Notre Dame c'è, o c'era, c'è un disegno che viene comunemente indicato con un labirinto, ma che un labirinto non è - il percorso è unico e perfettamente visibile - si tratta di una processione che non si sviluppa in lunghezza ma attorno ad un punto ben preciso; sotto quel punto, in profondità, c'era una fonte, l'Acqua cara alla Vergine Maria; durante la processione si recitavano preghiere speciali per chiedere il perdono; ed era una pratica diffusissima, tanto che il Perdon si è poi trasformato, nel linguaggio comune, in perdon)
    Non ha funzionato ? Neanche il vaccino funziona.
    E poi perché avrebbe dovuto funzionare ? Perché l'ho chiesto io che faccio parte del merdaio ?
    Pare che per fare i vaccini acquistino feti abortiti per l'occorrenza, che vengono fatti a pezzi ancora vivi ... quelli sono vittime innocenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. CI mancava solo Anubi: lo trovo di logica coerente, perfetta.
      Non ha funzionato il tuo Perdon? Evidentemente non è stato condiviso. Dove l'Agape, la Chiesa?

      Elimina
  7. La Frusta di fuoco organizzata tempo fa da un blog pare sia arrivata a segno.
    L'Amore è stato soffocato dalla paura delle morte: si vive nella costante menzogna e si ha paura di morire: non si mai pronti ad affrontare il ponte del capello e la bilancia dell'Arcangelo Michele.

    RispondiElimina
  8. Blondet
    ora ha proposto l'esorcismo di Leone XIII (che era parzialmente presente alla fine della Messa tridentina, poi espunto dal Concilio Vaticano II)
    Ad Sanctum Michaëlem Archangelum precatio
    Prínceps gloriosíssime cœléstis milítiæ, sancte Michaël Archángele, defénde nos in proélio et colluctatióne, quae nobis est advérsus príncipes et potestátes, advérsus mundi rectóres tenebrárum hárum, contra spirituália nequítiæ, in cœléstibus.
    Veni in auxílium hóminum: quos Deus creávit inexterminábiles, et ad imáginem similitúdinis suæ fecit, et a tyránnide diáboli emit prétio magno.
    Præliáre hodie cum beatórum Angelórum exércitu proélia Dómini, sicut pugnásti ólim contra ducem supérbiæ lucíferum, et ángelos ejus apostáticos: et non valuérunt, neque locus invéntus est eórum ámplius in coélo. Sed projéctus est draco ille magnus, sérpens antíquus, qui vocatur diábolus et sátanas, qui sedúcit univérsum orbem; et projéctus est in terram, et ángeli ejus cum illo missi sunt.
    En antiquus inimícus et homicída veheménter eréctus est. Transfigurátus in ángelum lucis, cum tota malignórum spirítuum catérva late circuit et invádit terram, ut in ea déleat nómen Dei et Christi ejus, animásque ad ætérna glóriæ corónam destinátas furétur, máctet ac pérdat in sempitérnum intéritum.
    Virus nequítiæ suæ, támquam flumen immundíssimum, draco maléficus transfúndit in hómines depravátos mente et corrúptos corde; spiritum mendácii, impietátis et blasphémiæ; halitúmque mortíferum luxúriæ, vitiórum ómnium et iniquitátum.
    Ecclésiam, Agni immaculáti sponsam, favérrimi hostes replevérunt amaritudínibus, inebriárunt absínthio; ad ómnia desiderabília ejus ímpias misérunt manus. Ubi sedes beatíssimi Petri et Cáthedra veritátis ad lucem géntium constitúta est, ibi thrónum posuérunt abominatiónis et impietátis suæ; ut percússo Pastore, et grégem dispérdere váleant.
    Adésto ítaque, Dux invictíssime, pópulo Dei contra irrumpéntes spirituáles nequítias, et fac victóriam. Te custódem et patrónum sancta venerátur Ecclésia; te gloriátur defensóre advérsus terréstrium et infernórum nefárias potestátes; tibi trádidit Dóminus ánimas redemptórum in supérna felicitáte locándas.
    Deprecáre Deum pacis, ut cónterat sátanam sub pédibus nostris, ne últra váleat captívos tenére hómines, et Ecclésiæ nocere. Offer nostras preces in conspéctu Altíssimi, ut cito antícipent nos misericórdiæ Dómini, et apprehéndas dracónem, serpéntem antíquum, qui est diábolus et sátanas, ac ligátum mittas in abyssum, ut non sedúcat ámplius gentes.
    Hinc tuo confísi præsídio ac tutela, sacra sánctæ Mátris Ecclésiæ auctoritáte (si fuerit clericus: sacri ministérii nostri auctóritate), ad infestatiónes diabólicæ fráudis repelléndas in nómine Jesu Christi Dei et Dòmini nostri fidéntes et secúri agrédimur.
    V – Ecce Crucem Dómini, fúgite, partes advérsæ;
    R – Vicit Leo de tribu Juda, rádix David.
    V – Fiat misericórdia tua, Dómine, super nos.
    R – Quemádmodum sperávimus in Te.
    V – Dómine, exáudi oratiónem meam.
    R – Et clámor meus ad te veniat.
    (si fuerit clericus:
    V. Dóminus vobíscum
    R. Et cum spíritu tuo.)
    Orémus
    Deus, et páter Dómini nóstri Jesu Christi, invocámus nómen sánctum tuum, et cleméntiam tuam súpplices expóscimus: ut per intercessiónem immaculátae semper Vírginis Dei Genitrícis Maríae, beáti Michaélis Archángeli, beáti Jóseph ejúsdem beátae Vírginis Sponsi, beatórum Apostolórum Pétri et Páuli et ómnium Sanctórum, advérsus sátanam, omnésque álios immúndos spíritus, qui ad nocéndum humáno géneri animásque perdéndas pervagántur in múndo, nóbis auxílium praestáre dignéris. Per eúmdem Chrístum Dóminum nóstrum. Ámen.

    Se sei interessato a queste lotte puoi consultare https://www.chiesaviva.com/451%20mensile.pdf (luglio-agosto 2012)

    in cui è descritto il rito per l'intronazione di Satana nel Vaticano

    RispondiElimina
  9. Bergoglio con queste pagliacciate non fa che imbonirsi la maggioranza dei clienti.
    Già oggi il 76% dei cattolici non è europeo, e nel terzo mondo il rito diviene un sincretismo di novus ordo con elementi animisti locali. Un po' come fu per la conversione dei germani nel medioevo: ancora oggi abbiamo l'albero di Natale che non è che le vestigia del culto dell'albero della vita yggdrasil, a cui la leggenda nordica vuole venne impiccato odino.
    E bisogna ringraziare che la componente terzomondista sia ancora conservatrice. In Germania, ramo ricco della Chiesa, a Maggio i matrimoni gay sono stati unilateralmente riconosciuti da un centinaio di diocesi. E spingono per le donne sacerdote. Bergoglio non dice niente, non appoggia, non condanna. Ha le mani legate, qualsiasi scelta compia sarà quella sbagliata.

    RispondiElimina
  10. E comunque la marionetta Amal ha un aspetto decisamente inquietante, tipo il pagliaccio MacDonald. Sembra uscita da un film tratto da un racconto di Stephen King.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il requisito principale è l'anempatia, il terrore, il disagio. Solo un pubblico oramai abituato alle mostruosità, alle diversità e all'orrido morale non si accorge delle continue profanazioni.

      Elimina
  11. che silenzio ! perché ? con tutto quello che c'è da dire

    https://rumble.com/vmf92z-perch-vogliono-vaccinare-tutti.html
    https://www.marcotosatti.com/2021/09/14/perche-esistono-i-vaccinati-e-i-non-vaccinati-una-lettura/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo lambiccato quello sul sito di TOsatti; non credibile il primo: figurati se questi vogliono curarci da remoto: non ti daranno manco un'aspirina gratis ... la realtà è che dietro il vociare di questi ultimi due anni sono passate riforme allucinanti che ci schiavizzeranno per sempre ... e si taccia delle riforme politicamente corrette, dalla droga al mercimonio dei feti, dalla sessualità fluida allo spossessamento della potestà genitoriale. E si taccia, poi, delle riforme più carnose: confisca graduale delle case di proprietà, abolizione dei viaggi etc etc

      Elimina
  12. Buonasera Alceste! Vorrei condividere questo bel passo tratto da “l’uomo romano” di Michel Meslin, splendida rappresentazione dell’ordine tradizionale:
    Persino quando il culto degli antenati non è il fondamento esclusivo di tutta la vita religiosa, gli antenati sono i più inflessibili censori e i più fermi guardiani delle leggi. Possiamo dunque chiederci se il culto reso agli antenati non si riduca alla sacralizzazione dell'etica sociale, alla sublimazione di un ordine collettivo, alla semplice proiezione religiosa di un ordine economico. In realtà il riferimento agli antenati è la manifestazione della fede in un Ordo Rerum, vero luogo geometrico in cui ogni individuo e ogni cosa sono al loro posto. Il padre di famiglia, il padre genitore, alla sua morte raggiunge la comunità ancestrale. Da vivo, rappresenta gli anziani e ne ha la potenza, la potestas come direbbero i Romani. Allorché morendo si unisce ai trapassati, forma un nuovo anello di una catena perenne che riduce le differenze diacroniche fra le generazioni, a vantaggio della perennità di un costume che sottende l’ordine sociale della città. Questa serie di persone, legate fra loro da vincoli di sangue, non si colloca su un asse ideale di tempo rivolto verso l’avvenire, ma guarda verso il passato. L'essere umano, radicato in questa tradizione collettiva, è orientato verso il mondo degli avi. È nella fedeltà alla tradizione, al mos maiorum, che l’uomo romano trova la più alta giustificazione della sua azione presente.
    https://archive.org/details/l-uomo-romano

    RispondiElimina
  13. Ogni peggiore previsione si sta avverando,sempre anticipata su questo blog. In un anno ho visto le cose precipitare a velocità folle, dalle leggi disumane apprezzate dai costituzionalisti più snob,alle imposizioni folli a livello planetario. Qui da noi si raggiunge sempre un tocco di dramma misto a commedia,con i sindacati più falchi di confindustria. Ci si avvia verso il fosso di Helm senza cavalieri che lo possano difendere . Gli orchi stanno arrivando,sì salvi chi può.
    Antonio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'interpretazione è semplice: sono tutti d'accordo sulle spoglie da spartirsi. Il resto vada al diavolo, letteralmente. La pochezza dei predoni è sconcertante, almeno quanto la stupidità di chi gli accorda consenso.

      Elimina
  14. ho riacceso il computer dopo tre giorni per me pessimi e queste sono state le prime letture in cui mi sono imbattuto
    https://comedonchisciotte.org/spopolamenti-programmati-stiamo-per-assistere-ad-una-nuova-vandea/
    https://www.youtube.com/watch?v=_kk2eLFUfuM

    sono senza parole, senza pensieri, impotente sto a guardare, sembro Cacciari che dialoga
    con Feltri https://www.iltempo.it/attualita/2021/09/15/news/otto-e-mezzo-massimo-cacciari-covid-evasori-vaccinali-non-risponde-a-lilli-gruber-green-pass-stefano-feltri-28693063/

    da ragazzo, amavo molto leggere articoli riguardanti la storia, tanto che mio padre mi aveva fatto gli abbonamenti a Historia e Storia illustrata; quando leggevo di interi popoli che erano stati sterminati senza che reagissero, o quasi, mi chiedevo come fosse stato possibile: ora lo so.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ormai sono scatenati cioè privi di remore e catene.
      Tuttavia questo scatenamento deriva dalle nostre colpe ... l'incapacità di non vedere che il problema mai fu di partiti e d'economia, ma spirituale e di etica quotidiana. Abbiamo detto troppi sì.

      Elimina

Siate gentili ...