giovedì 16 aprile 2020

Aridateci la nostra libera schiavitù [Il Poliscriba]


Il Poliscriba

Colpo di Stato, ma che colpo se lo Stato qui non c’è ...

Stefano Rosso

Caro a-micco ti scrivo,
così mi distruggo un po’ e siccome sei a un metro di distanza, più forte ti eviterò.
Forse mi sono sbagliato: vivevamo, prima del virus, nel migliore dei mondi possibili.
Nessuno si lamentava dei turni di lavoro, dei contratti atipici di ogni sorta, delle 70 adempienze fiscali annuali per partita IVA, di Equitalia, dell’estorsione del Canone RAI (a quando la paytv?), delle garanzie estreme per accendere un mutuo, degli affitti esosi, del costo della vita, delle zone a traffico limitato, della serqua di divieti e delle trafile burocratiche per “semplificare” l’esistenza urbana e mantenere sistemi di sfaticati, parassiti e ‘o guappi ‘e cartone.
I sociologi hanno scritto un sacco di fregnacce sulla crisi delle masse prodotte dal turbocapitalismo.
Le folle solitarie, le chiamavano; la società liquida e quella dei servizi del primo mondo mantenuta dalla globalizzazione dello sfruttamento dell’uomo sull’uomo nel resto del pianeta; la distruzione del padre e della famiglia, la donna assurta a utero in affitto, macchina tra le macchine e la transessualità ... il buio oltre la papera secondo Benigni.
Favole, ben retribuite, frottole un tanto al chilo.
I lavoratori di Amazon, che presto saranno 75.000 unità in più in Italia, erano felici di avere un podometro e un braccialetto elettronico che controllavano ogni loro spostamento in magazzino, facilitando l’ascesa di Bezos a uomo più ricco del mondo.
Così come la vastità di bassissima manovalanza, a Dharavi, e in altri efficienti slums di formiche operaie di vario colore, faceva a gara per occupare un minuscolo angolo nella fogna a cielo aperto dove si offriva lavoro e la possibilità di partecipare a Chi vuol essere milionario, per rimediare un dollaro al giorno, al servizio delle multinazionali del tessile, che ci offrono un outfit griffato completo a 50 euro ... ancor meno se acquistato on-line.
Gli operai sottopagati non vedevano l’ora di sedersi sulle plastiche di McDonald’s a ingolfarsi l’abomaso di hamburger e chicken hut, con abbondante innaffiatura di cola o 30 OZ di milkshake, il tutto a 1,5 € per la gioia di sé e dei loro figli: un futuro di diabete famigliare (molto ambito dal COVID-19) ... una storia di insulina e decubiti alle gambe già scritta, ma pagine di grande libertà di SCELTA!!! … di scegliere cosa, caro micco? Dove acquistare, per vera o falsa necessità, l’inutile, l’insulso, il volgare, il feticcio, il frivolo, la falsa estetica del bello, le riproduzioni di riproduzioni di riproduzioni.
Com’era bello il tempo pre-virus, quando i sindacati non difendevano che il proprio tornaconto esente da controlli della GdF, paladini protettori di proprietà immobiliari, di pensioni milionarie e conti correnti depositati in altri paesi, completando la partita di giro cominciata con la lista dei 500 dall’avvocato di Patti.
E i concorsi e gli appalti truccati nella Pubblica Amministrazione?
Che gran senso di libertà sapere di parteciparvi e venire regolarmente scavalcati da raccomandati di ferro protetti da nepotismo, familismo e bassura politica come capita nei test a numero chiuso delle Facoltà Universitarie.
Vedi, caro micco, il fatto triste è che oggi incontro file di donne mascherate, odalische della ricrescita bulbare, bramanti un ritorno alle precondizioni virali, sicure di essere licenziate perché gravide di futura vita e sostituite con facilità da un software o dall’inarrestabile delocalizzazione.
Le stesse donne, sempre a viso semicoperto, balleranno sole in casa, stapperanno freddi prosecchi una volta promosse a regine dello smart working per 600 euro al mese.
Un tempo, prima del coronavirus, esisteva la guerra tra poveri, mi hai detto con insistenza, un bellicismo da non disprezzare perché aizzava la folla, sulla quale il grido dai palchi dei falchi della politica tuonava tricromatico: “Sono italiano, sono bianco, sono etero, sono un uomo, sono cristiano”… forse c’era anche una versione femminile che al momento, caro micco, causa calo mnemonico da galera domestica, non mi sovviene.
Adesso, della volontà di liberare l’Italia, cosa resta?
Il restare a casa.
Sì, convengo con te che la Cassa Mutua strategica era un facile modo per fare lo stesso e farla pagare a capo e colleghi, dal venerdì al lunedì: ma la Mutua esisterà ancora?
Ecco, colgo l’occasione per rispondere al tuo recente hashtag anarchico #iorestoacasaquandomipareepiace.
Ma non farmi ridere ...
Prima del virus, gran micco che non sei altro, potevi forse affermare con sicumera: “Io posso chiudermi in casa quando e quanto voglio?” Certo! se vincevi 6 milioni di euro al super-enalotto.
Miliardi nel gioco d’azzardo gettasti alle ortiche per regalare l’immunità fiscale alle mafie delle slot-machines, libero di fumarti stipendio e pensione e non arrivare alla terza settimana: tutto dimenticato?
Ma quando, misero micco teleguidato, sei mai stato libero?
Neanche di evadere il fisco come resistenza al Socio Occulto che ogni imprenditore, a ragion veduta, teme ben più di un DPCM anticostituzionale proferito su facebook da sua eccellenza il BIS-Conte dileggiato.
Non t’ infastidiva il collare inanellato alla catena sempre più corta, sempre più strattonata ad ogni tuo dimenarti, sbavante quadrumane acefalo che biascichi parole in libertà sulla libertà, che credi di aver posseduto prima del virus e che oggi rivendichi quale diritto inalienabile.
Salmodiando la litania del carcerato che si sente libero in una gabbia senza apparenti sbarre, fingevi di non sentire la garrotta cavalcare le tue giugulari: credevi fosse democrazia e invece era Valentina Nappi.
E reiteravi: quant’è bella casa mia per piccina che tu sia … 50mq da dividere in sei persone: ma com’è bella la città, ma com’è grande la città… non ricordando che già una canzonetta di molti anni addietro distruggeva il bigio cemento con ironia beffarda; ho un lavoro e ne vado fiero, sostenevi capitano di disavventura salariale… spiccioli per acquistare un’intera vita a rate da mandar giù come s’ingoia un blocco di selenite.
Ma era la tua vita, nessuno, pensavi, poteva soffiartela.
Guarda i tuoi padroni! Dopo 7 settimane di clausura forzata come sbraitano: “APRITE! APRITE TUTTO!” E tu perdonali 77 volte 7 chè il virus ci ha resi così tutti uguali e sincretici come sua bergoglionaggine vuole.
Ma Loro avevano una vita che non era la tua. Si muovevano, trasvolanti come i proprietari della spezia in Dune, su aerei personali, su voli di Stato da te pagati, per garantirsi vacanze da sogno che nemmeno ti immagini, se non le hai viste su youtube.
Perchè Loro possiedono il tuo tempo libero e nella sua assenza programmata ti fanno girare come uno spaventapasseri in un carillon o nell’insipido minuto di un TIKTOK.
Per questo oggi sono più nervosi di te, anche se spantofolano per enormi appartamenti nei quartieri di lusso delle grandi metropoli e in quelli residenziali affrescati di giardini sempre curati.
Te la daranno la tua libera schiavitù di abbuffarti di debiti e di pizza in compagnia … un totale molto pizzo ... non preoccuparti: l’arresto domiciliare, in qualche strana maniera, terminerà (ma soltanto a una certa età) e inizierà il contingentamento di ogni tua normale azione quotidiana, per tutti i tuoi giorni a venire.
Ma non temere, ci saranno ancora: Natale - anzi avverrà per tre volte - Pasqua, Capodanno, la Champions, il calcetto del giovedì sera, porno a profusione, un fluire narcisista perenne dal tuo smartphone ad ogni social, l’immancabile settimana di sabbia nelle mutande sotto campana di plexiglass, periodo che potrà raddoppiare con un mirato crowdfunding.
Per la tua incolumità, affinchè tu possa ripagare tutte le cambiali che ancora sottoscriverai, le bollette, ogni balzello che LORO s’inventeranno, ti verranno imposte distanze salutari dagli altri micchi come te e l’acquisto, a prezzi di monopolio, di vaccini, mascherine, guanti, denaro virtuale e un’igiene pubblica che nemmeno una camera mortuaria… D’altronde, per morti che camminano occorreva inventarsi un cimitero ambulante.
È vero, muoiono anche brave persone, oltretutto nell’esercizio delle loro professioni, oggi per lo più medico-sanitarie, ma i Generali e pochi gradi sotto, raramente s’invischiano in storie di sangue e merda.
E certe classi e personaggi che prima del virus spadroneggiavano assommando cariche e prebende, non penserai ritrattino sui loro vecchi comportamenti?
Qualcuno li ha fatti entrare dalla finestra, sono in 17, mangeranno per traverso e gli si è dato l’incarico di traghettare la tua amata Italia nella Fase2: l’ultima svendita all’incanto.
Mi spiace, caro il mio micco, e qui concludo la mia missiva, ricordandoti a malincuore che, oltre la dialettica servo e padrone, per te resta solo un opinionista ben foraggiato che opina sulla tua schifosa condizione umana e una claque virologica, in combutta con il Quinto Potere, che ti rimprovera di essere un malato immaginario molto infettivo e a rischio perpetuo di quarantena … 
"ma nella vita hai vinto, fino a quando, hai stretto in pugno il tuo telecomando" ... per dire.

73 commenti :

  1. Colpiti e affondati.

    P.s.: Siamo proprio sicuri nel caso si faccia ricorso per la multa al giudice di pace e si perda non ci venga raddoppiata?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi pagare la marca da bollo e un contributo che varia a seconda dell'entità della multa nonché i costi di un legale ... Il problema è che non ci sono più i giudici di pace per l'eventuale sospensiva. Ci sono trenta giorni di tempo, aspettiamo una settimanella.

      Elimina
  2. L'Avv. Edoardo Polacco spiega molto bene la problematica dei DPCM, dei verbali, dell'autodichiarazione, dell'incostituzionalità e come ci si deve comportare per i ricorsi.
    https://www.youtube.com/watch?v=yKdYX_Voq6M
    https://www.youtube.com/watch?v=4c8fBbfQo-U

    RispondiElimina
  3. Quando stavo ancora in Irlanda, divenni amico di un parlametare e dell sua segretaria, erano clienti del mio wine bar. All'epoca lui era l'unico deputato di un micro partito chiamato "people before profit", di variegara ideologia marxista, non eccessivamente dogmatico. Etrambi avevano le migliori intenzioni, e benche' rappresentanti di una minima minoranza, si facevano notare come promotori e artefici di diverse campagne politiche ed economiche. La prima, a cui partecipai anch'io, fu quella contro la Comunita' Europea che voleva, a garanzia dei pestiti erogati all'Iralda a seguito della crisi del 2008 e con il consenso del Governo Irlandese il monopolio della gestione di tutte le foreste della Nazione. La prima manifestazione si tenne in una di queste foreste, sulle "montagne" (noi diremmo colline) di Wicklow, a circa un'ora di macchina da Dublino; fu un successo, nella foresta confluirono circa 5-6000 persone da tutta l'Irlanda. Due o tre settimane dopo si tennero contemporaneamente 80 manifistazioni in altre foreste, e il governo come l"Europa dovettero cedere. Dopo quella ci furono altre iniziative, tutte di successo: la campagna contro la tariffa sull'acqua (per i cittadini li' e' ancora gratis) e, ahime', le campagne per il matrimonio gay e l'aborto... A volte si discuteva di politica, economia o letteratura, la loro buona volonta' era certa, come la loro onesta', tuttavia vivevano come in una bolla, gonfiata dai rimasugli ideologici, non riuscivano ad avere una visione d'insieme. In una delle tante chiaccherate, con una metafora provai a spiegarmi: viviamo tutti in una gabbia, la gabbia e' ancora molto grande (almeno lo era all'epoca in Irlanda, non piu' ora e questa fu una delle ragioni per cui andai via) e non si percepisce chiaramente, tuttavia ogni giorno che passa si rimpicciolisce un poco; una nuova leggina del governo, una raccomandazioncina della Commissione europea, una disposizione ministeriale che spinge verso un maggiore rigore burocratico, e ed ecco che lo "spazio vitale" inesorabilmente si riduce. Il vostro lavoro, gli dissi, e' quello di "abbellire la gabbietta" metterla in ordine, rendela piu' "giusta" piu' "umana", ma quello che non riuscite a fare, perche' forse neanche lo percepite come un problema, e' distruggere la gabbia o almenno impedire che si restringa ulterirmente. Il loro pensiero non muto' di un pollice, come il mio, restammo buoni amici, ma alla fine i casi della vita separarono le nostre strade. Nel 2008, quando mi tarsferii in Irlanda, la gestine della cosa pubblica aveva uno stile allegramente anarchico, le normative Europee non venivano quasi mai applicate, c'era enorme tolleranza per le piccole imprese come la mia, e una certa rigidezza nei riguardi di entita' piu' grandi (fatte salve le megacorporazioni che come si sa sono al di sopra della legge: un quotidiano aveva stimato che costoro, con sede amministrativa in Irlanda, pagavano solo il 4% di tasse, a fronte di un teorico e misero 12%). Dopo 10 anni, sembrava di stare, burocraticamente, in Italia.

    un caro saluto

    il fu rabal

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me non era anarchico: era irlandese.
      Lo stile anarchico permette di vivere.
      L'evasione fiscale in Italia era il mezzo per tenere insieme le partite IVA e lo statalismo clientelare. Si era formato "assieme" all'Italia. Poi, quando vennero i rigoristi ...
      Ricordiamoci di ciò che Nietzsche affermava delle diete: chi consiglia un certo regime alimentare di stretto rigore lo fa perché, applicandone un altro, morirebbe in poco tempo e non perché sia valido.
      Una cosa simile accadde a Bertoldo, abituato a mangiare rape e fagioli. Alla corte del re, di fronte a piatti prelibati, prima si depresse e poi stirò le zampe.

      Elimina
    2. In un certo senso Irlandese e anarchico sono quasi sinonimi. Il popolo Irlandese ha vissuto sotto dominazione straniera per mille anni, lo spirito, per bilanciare il peso delle continue vessazioni deve sviluppare una nicchia anarchica...
      Mi ricordo mio padre, anche lui piccolo imprenditore, conduceva una piccola trattoria popolare in quella metropoli che era Latina, quando parlava del passaggio dal vecchio sistema di tassazione al nuovo, il primo "induttivo", l'agente presumeva il tuo reddito e poi veniva a trattare con te la tariffa, lasciandoti spazi di manovra, a quello deduttivo, un inferno contabile da cui dedurre la tua pena... Si l'evasiove era organica al sistema, era l'unica via alla sopravvivenza, quindi "tollerata"; come coem tutte le leggi non scritte, puo' essere revocata ad ogni momento, senza preavviso, in un sistema "rigoroso" come il nostro.
      Nella mia precedente esperianza da partira iva in Italia, avevo una piccola libreria, sono riuscito a finire sotto la morsa degli studi di settori (grazie a un commercialista un po' tanto stronzo) per tre anni di fila. Recarsi all'ufficio delle entrate a trattare oppure fare ricorso, questa era l'alternativa. Come sempre accade in quel sistema di strozzinaggio istituzionale, se fai ricorso e lo perdi, le sanzioni vengono quadruplicate, e le spese sono tutte a tuo carico. Il mio nuovo commercialista mi consiglio' di trattare... sconti dal 40% al 60% te li fanno. Pagai il mio pegno, chiusi la libreria e volai via...

      il fu rabal

      Elimina
    3. La mia convinzione è che l'Irlanda (o gli Ebrei o gli Italiani) ebbero a sviluppare certe tendenze o unicità perché erano sintesi di sopravvivenza. L'Italia ha bisogno dell'evasione poiché si è evoluta in un certo modo e l'evasione (ma è solo un piccolo esempio) rappresenta il suo "animal spirit".
      Una volta annientato questo modo di essere si sprofonda nella notte.
      Applicare il rigore protestante (diciamo così) equivale a cancellare comportamenti o etiche epocali di sopravvivenza: con le conseguenze che vediamo. E sarà sempre peggio.
      La piccola libreria dove l'avevi?

      Elimina
    4. A Latina, in centro, sotto il cosiddetto Palazzo Pennacchi. Si chiamava "le nuvole", aperta nel 1997 con due soci e chiusa nel 2008 da solo.

      il fu rabal

      Elimina
  4. Ciao penso che quello che dice Giorgio Agamben potrebbe interessarti
    https://www.quodlibet.it/giorgio-agamben-una-domanda

    RispondiElimina
  5. Ci fosse l'IRA oggi in Italia... in Europa.

    RispondiElimina
  6. Tutto tornerà come prima, anzi meglio di prima, saremo più controllati, finalmente la tecnologia non dovrà più fare i conti con i conservatorismi dei vecchi italici cavernicoli e retrogradi, atavicamente diffidenti alle novità dell'ultima moda hi tech.
    Faremo tutto quello che facevamo prima, ma in modo diverso.
    Saremo vaccinati, geolocalizzati, incanalati in percorsi obbligati che ci toglieranno l'imbarazzo della responsabilità e del dover scegliere con la nostra capoccia.
    Il Dio algoritmo ci indicherà la via...cosa dobbiamo far finta di studiare, chi dovremo far finta di sposare, per quale squadra dovremo far finta di fare il tifo.
    Sotto sotto ci sentiremo tutti depositari di un piccolo pezzo di potere...negare un finanziamento, impedire l'ingresso in un bar perché contingentati, la messa in piega con la mascherina.
    E non è vero che saremo più poveri...il moloch, come un'idra a nove teste non muore mai e non ci vuole più poveri.
    Il grande inganno della finanza è svelato, nonostante lo shock epocale, gli zombie che si aggirano per le borse di mezzo mondo continuano impeterriti la loro danza macabra.
    Sarà un mondo buono, bello, smart e green...il virus é stato il grottesco vernissage di una nuova epoca, con buona pace di quelli che stavano a sognare l'armageddon, l'avvento di un nuovo messia, le rivoluzioni in pigiama con la panza piena di torte e pizze delivery.
    Per noi poveri topi resta il più classico del "si salvi chi può".
    Raggiungeremo Sed Vaste o coltiveremo il più classico e soporifero sogno post pensione, Portogallo o Tunisia, contando giorni, mesi, anni, secoli, che ci dividono dall'agognata meta.
    Ritrovandoci a 50 anni nelle tristi salette d'attesa del CAF di turno per "farci fare i conti"...anelando una bellezza che non ci appartiene più o meglio, che non ci è mai appartenuta.

    https://youtu.be/36QBU474nqM


    RispondiElimina
  7. Comunque Giuseppi io l'ho ascoltato poco ma mi e'bastato quel poco per capire che e'una Dittatura ha detto chiaramente che si assume tutte le responsabilita'dei provvedimenti presi ha chiamato "la cura" ciò 'che sta accadendo da più di 1 mese sulle vostre strade più di così cosa volete che faccia che elimini fisicamente le Persone! LE cure possono essere Benefiche o fallimentari non credo che un italiano ci provi gusto a veder fallito il proprio paese PERO' a me quel nasino da Pinocchio di conte non mi convince mi ricorda gli strozzini di quella schiatta d' innominabili se e'cosi 'alceste puo'anche fare le valigie e venire qui da me in thailandia 80 euro bungalow camera bagno+ posto macchina e'un affare o le piace marcire sotto Dittatura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se lei trova il modo di far uscire gli italiani da quel campo di concentramento e manicomio a cielo aperto che e' divenuta l'Italia, per portarli in un porto franco, se ancora esiste nel sudest asiatico, sara' lo Schindler degli italiani.
      Mi raccomando stili bene la lista di chi salvare e chi no.
      L'avrei fatto pure io ma hanno bloccato tutto pure qui, il mondo e' fermo e sospeso nella suspense, solo il virus ormai puo' muoversi liberamente e viaggiare via aerea.
      Ise

      Elimina
    2. lei è dunque riuscito dunque a evadere il suo confino in Cambogia e a tornare in tailandia, sono contento.
      Non si creda che il regime è solo in italia, in inghilterra c'è il coprifuoco da settimane ormai, con la scusa che sia per proteggere il sistema sanitario nazionale, che altrimenti collasserebbe per troppi malati.
      Intanto però incredibilmente le frontiere non sono state chiuse e i voli intercontinentali sono tuttora in vigore.

      Naturalmente sono riusciti a infilarci dentro pure un filo di narrativa antirazzista, che qui ormai è sinonimo di antieuropea: i lavoratori stranieri del ssn locale sono quelli che mandano avanti la baracca, quindi voialtri razzisti dovete essere, non solo tolleranti, ma riconoscenti verso l'immigrazione. Essi rischiano la vita per portare avanti la baracca mentre voi spaparanzate sul divano (perché vi ci abbiamo costretto noi, ma vabbè..). Il video condito dagli sguardi di rimprovero, alteri e allucinati dei vari abbronzati, eccolo qua:

      https://www.youtube.com/watch?time_continue=1&v=gXGIt_Y57tc&feature=emb_logo

      che l'85% di chi lavora nel ssn però sono bianchi non lo specificano però...

      Questo sarà il tipo di propaganda che porteranno avanti anche da noi, tempo una quindicina d'anni. Quindi godetevi Giuseppi, sarà un piacevole ricordo, come quando oggi ci si rammenta delle leggi ad personam del berlusca o all'appartamento monegasco di fini...

      Elimina
  8. Dimenticavo di dire al mese 80 euro al mese! acqua e luce inclusa 20 metri dal mare il problema e'che secondo me allo stato attuale e nello stato attuale in cui siete finiti riversi la vedo Molto dura per voi venire qui, non potete manco andare dal fruttivendolo sotto casa, mamma mia cosa vi sta facendo quel disgraziato di Giuseppi, non trovo niente che possa esserci di più squallido e immondo di rovinare e portare al fallimento la propria nazione come sta facendo il nano dislessico di Giuseppi, questo giuseppi deve appartenere alle progenie del Diavolo deve essere Di quella tribù di sprepuziati solo così si spiega il suo zelante darsi da fare per portarvi alla rovina

    RispondiElimina
  9. Andavano detti tanti "no" da tanto tempo, come qui spesso sottolineato, ed anche un bel "Basta, non vi crediamo piu'!" all'inizio di questa farsa, senza indugiare nei dettagli minori, come si farebbe in qualsiasi situazione in cui si viene truffati per una o due volte dalla stessa persona; nessuno sano di mente gli darebbe fiducia anche la terza o quarta volta, men che meno nelle questioni di salute. Ora invece ci dovremo tenere questi sgoverni per chissa' quanto, per modificare le nostre abitudini di vita finche' diventino del tutto sterili e ben sterilizzate. 
    Sul "digital vaccino di Bill" (cit. Loris), mi basta pensare che il filantropo magna-te e' sia fondatore di Microsoft, che della fondazione che si occupa di vaccinazioni e salute pubblica dei "poveri" (per lui tutti noi). Solo usando SO Windows, o Skype, Hotmail contribuiamo alla sua "filantropia" verso di noi permettendogli l'accumulo sia di profitti che di Big Data per il controllo capillare. Capirai in quale circuito perverso da criceti-cavie siamo immessi. D'altronde il "distanziamento sociale" coatto e' iniziato ben prima del virus proprio tramite l' uso dei dispositivi cari ai magnati dell'IT e del digitale nel campo del lavoro e dei contatti sociali. Ora sono ovviamente divenuti oggetti indispensabili, non piu' facoltativi: la app per l'autocertificazione, il digital vaccino, la moneta digitale...li renderanno ancor piu' inseparabili. Poi nascera' il problema che sono deperibili e che se si perdono o rompono gettano nel caos la vita di una persona, essendone divenuti indispensabili e inseparabili, quindi si puo' intuire quale sara' la soluzione a questo ennesimo problema posto dalla tecnologia che ci risolve sempre tutti i problemi, a patto che siano quelli da lei stessa creati.
    L'uso abuso di tali dispositivi e' anche alla base della moderna incapacita' di agire, dato che stanno divenendo il surrogato dell'azione in tutti gli ambiti. 
    Ise

    RispondiElimina
  10. In Germania un avvcato dissidente, che dubitava dei dati COVID, è stata messa in centro psichiatrico alias manicomio. https://www.maurizioblondet.it/avvocata-tedesca-contro-la-quarantena-chiusa-in-manicomio/

    RispondiElimina
  11. Oggi mi hanno fermato mentre facevo due passi vicino a casa. Mi sono dovuto giustificare davanti a due forze del disordine. Roba da matti. Nel frattempo branchi di negri e beduini sono liberi di spacciare e rubare per la città a qualsiasi ora ( visti a più riprese con i miei occhi). Intanto ogni sera un coglione di vicino mette la musica dal balcone per farci capire che: " andrà tutto bene".
    Mi sono rotto i coglioni!!!
    Maledetto popolo italiano di merda! Si di merda , perchè la maggior parte della popolazione è fatta di mentecatti e corrotti. Sono merda, anzi peggio perchè almeno quella talvolta è buona come concime.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. chi mette musica a palla dal balcone o canta oggi, sono gli aspiranti delatori della polizia segreta di domani.

      POtrebbero istituire delle gare tra i vari condomini a chi canta di più, chi perde è un disfattista, significa che vuole uscire e finisce denunciato

      Elimina
  12. Chi canta, si diceva tra malviventi, è spia.

    RispondiElimina
  13. Lombardia e Veneto vogliono staccarsi, seguirà l'Emilia-Romagna, forse la Liguria, Friuli; Piemonte ho dubbi; la Val d'Aosta pensa alla Francia. Rubicone... Cesare sapeva dove finiva l'Italia continentale e dove iniziava quella peninsulare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sì, dai, togliamoci pure questo sfizio. Fontana e Zaia con Cecco Beppe, noi con i terroni. Ma secondo te, lo chiedo sinceramente, la vita beata di Fontana e Zaia proseguirebbe con Cecco Beppe?

      Elimina
  14. Nel 2019 usciva il film distopico The Platform: altra pillola rossa per la tana del bianconiglio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Incredibile a dirsi: volevo vederlo stasera, ma ho ripiegato su un film di Chabrol.

      Elimina
  15. Secondo me, Fontana e Zaia
    , finirebbero a sventolare palme sulla testa della Cancelliera.

    RispondiElimina
  16. Veramente volevi vedere The platform? Questo blog sta diventando fonte di una corrente telepatica, o forse si sta assimilando alla Zona di Stalker.

    RispondiElimina
  17. Digitate"il greg zaia mascherine magiche " queste mascherine danno l'idea della statura di che uomo sia Zaia, su fontana presidente della Lombardia che non conoscevo la prima volta che l'ho visto ho detto ma da che centro di disintossicazione E'USCITO FUORI sembra un 90enne ammalato, siete in buone mani, poi a Barabba che mi ha detto se sono tornato a casa rispondo no! Ma io sono un mezzo zingaro avevo pensato di stare qui fino al 17 aprile per poi andare da quel bandito di Duterte a dare qualche obolo al suo popolo popolo tra i più slippati della terra volevo vedere qualche padre gesuita così per curiosità'niente! quel dittatore ha blindato la capitale un asino dislessico (pure lui) e gay di proporzioni IMmonde, ah Ho una notizia per i vostri dittatori in Italia e Spagna dittatori da repubblicche delle banane qui i confini i Border gli alien office immigration office tutto sta riaprendo a conferma di ciò 'mi hanno dato il passaporto col visto prolungato me lo hanno dato in mano dicendo 2 parole che dovete fare vostre che vi risuinino nella mente da spiattellare in faccia al prima Bamba in divisa indigena parole testuali *mr FINISH EMERGENCY! CAPITO?

    RispondiElimina
  18. Quello che più mi sconcerta di tutta la macchinazione culminata - per il momento - nell’emergenza pandemia (??) è la completa irragionevolezza del progetto, Alceste direbbe dell’utopia. Si stanno riducendo gli abitanti della maggior parte dei paesi a mandrie tecnologicizzate. Applicazioni per smartphone, vaccini di massa, microchip sotto pelle... in tv i vari specialisti del momento ormai da settimane adoperano bellamente il termine “gregge” e quando un termine viene estrapolato dal suo contesto e proposto su vasta scala-, beh non è per caso. Aggiungo di sfuggita che un altro termine in gran voga ultimamente è “resilienza”. Ora, che si vada verso una forma di dominio globale che Alceste definisce Monarchia Universale appare evidente. Quello che appunto però mi sconcerta è, ponendomi momentaneamente (e molto ingenuamente) nei panni di un dominante: che razza di dominio è quello esercitato su un immenso gregge tecnicizzato, svuotato di idee e volontà, corpi semivivi. Un dominante di tal fatta è anch’egli un essere di poco conto, squallido e arido. Rimanendo in metafora non merita nemmeno l’appellativo di Monarca. Crumbo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. stroncato il pericolo di lotta di classe dal basso della scala sociale, vinta ogni resistenza di elite straniere e tecnologizzato ogni processo di produzione, si procederà a "ridurre" la popolazione da 7,9 miliardi a 1 o 2 e rendere il mondo più vivibile per lorsignori: strade di città con parcheggi sgombri ai lati dei marciapiedi, poche macchine in giro, foreste e natura incontaminata si riappropriano dei loro spazi perduti, nessun problema di scarsità di risorse, etc etc.

      Elimina
    2. Dove li metti sei miliardi di cadaveri?
      Meglio agire con il principio dei vasi comunicanti altrimenti detta globalizzazione.
      Una volta globalizzati (le parti esplosive del liquido sono rese inerti) si opera riducendo il liquido omogeneo, con calma, facendo evaporare milione dopo milione.

      Elimina
    3. Caro Crumbo, tu ragioni come un essere dell'altro millennio.
      Gli psicopatici si soddisfano della propria psicopatia. Alcuni credono veramente d'essere benefattori.
      Il Benefattore, d'altronde, è il nome del Grande Fratello in Zamjatin.
      Ciò che mi disturba è che renderanno psicopatica l'intera umanità.

      Elimina
    4. il benessere portato dalla globalizzazione funziona bene come drenaggio demografico per l'occidente e l'estremo oriente. Specie per noi: marxismo culturale, femminismo, omosessualità, immigrazione ci stanno facendo evaporare milione per milione.
      L'esplosione demografica del terzo mondo invece dipende interamente dalla globalizzazione, ossia dall'approvvigionamento di viveri e medicine dall'esterno. AL declino dei paesi sviluppati e di conseguenza della globalizzazione, carestie, guerre, epidemie riporteranno in breve tempo la popolazione al livello che il potenziale agricolo locale e la loro intelligenza possono sostenere.

      Elimina
    5. Sono d'accordo, anche a me la definizione di Monarchia Universale ha fatto storcere il naso. Potrà essere al massimo una dittatura "terrestre" e terrena.

      Elimina
    6. Una decina d’anni fa lessi “inferno” di Dan Brown. Un “1984” al contrario. Perché se il romanzo di Orwell cerca di mettere in guardia il pubblico da certi piani che qualcuno vorrebbe realizzare, Brown invece cerca di convincere della bontà dei piani stessi. A parte la mediocrità del racconto e della storia, il succo è questo: uno scienziato innesca un’arma micidiale che dovrebbe uccidere milioni di uomini. Il protagonista, un professore americano polcor (dunque un apostolo del Bene), dopo aver messo insieme con lo sputo una serie di indizi idioti, trova il posto in cui l’arma è ubicata, ma è troppo tardi perché ha già prodotto i suoi effetti. Si scopre che l’arma è un virus non letale che rende sterili un terzo delle persone infettate. Lo scienziato, che per tutto il racconto veniva rappresentato come un cattivaccio, in una lettera dice di averlo fatto per il bene dell’umanità, perché le risorse si stanno esaurendo, l’inquinamento sta uccidendo il pianeta e altre stronzate gretine. Alla fine del racconto si scopre dunque che anche lo scienziato era un gendarme del Bene e che con il suo gesto ha salvato, paradossalmente, l’umanità. Anche in questi romanzucoli si capisce quanto è grande la voglia malthusiana di sterminio degli “inutili”.

      Elimina
    7. ‘Azzo Alceste hai ragione e spesso me rendo conto da me. Spesso mi sento completamente fuori contesto, una sentire che mi accompagna fin dall’età della ragione. A volte me lo vivo come un handicap ma ho come punto di riferimento la salda educazione ricevuta da genitori e nonni (quest’ultimi per la mia prima formazione importantissimi), ove il bianco era bianco e il nero nero. Sovente mi sento profondamente disorientato in un mondo edulcorato, sempre cangiante, sovvertito e sovversivo. Eppure mai ho voluto adeguarmi perché avrei rinunciato alla parte migliore. Certo che non è facile. Il tuo blog funge anche da confessionale! I dominanti son sempre esistiti ma possedevano il senso del loro compito, della loro missione. Poi certo, il matto di turno di tanto in tanto saltava fuori, ed esercitava la sua tirannia con crudeltà e spietatezza ma non era uno psicopatico. Quelli di oggi, chiunque lor siano, sono invece psicopatici, gente da spdc. Non mi capacito del perché ci tocchino proprio questi, anche se i perché sono plausibili, sotto agli occhi. Trasformare l’umano in umanoide e’ un’aberrazione imperdonabile eppure sarà la nostra sorte, purtroppo. Crumbo

      Elimina
    8. Consiglio a tutti la prima stagione, veloce, de:

      https://it.wikipedia.org/wiki/Utopia_(serie_televisiva)

      Elimina
    9. Ci toccano gli psicopatici perché sono più efficienti.
      Un politico anche di basso livello ha un talento ineguagliabile nel prendere i voti, mentire, tradire e dormire la notte. E allora vince.
      Non si tratta di intelligenza, ma di un particolare talento.
      Spesso l'intelligenza è d'impaccio.
      Questi, a differenza del passato, non sono nemmeno malvagi. Magari lo fossero. Sono solo distaccati, astratti. Amorali, non immorali.

      Elimina
    10. Risposta multipla ai temi di questo thread.

      Non sono tecnicamente "psicopatici", ma più nevrotici; ciò che fanno è esercitare *controllo*, perché hanno paura della spinta dal basso dell'animal-spirit. Ne hanno paura in se stessi e al di fuori di sé. Sanno di essere potenti in modo virtuale, ma fragilissimi nel concreto; per questo ambiscono a modellare il mondo in modo che ogni cosa sia sotto (loro) controllo. Non sono diversi da qualsiasi tiranno del passato, hanno solo dei mezzi tecnologici da sogno.

      E pensano - o si convincono - di fare il Bene, posto di considerare che le loro pulsioni inconsce ci mettano lo zampino: quando anche hai soddisfatto il tuo desiderio di potenza, ti resta pur sempre la paura di distruzione da parte dell'oscurità folle là fuori.

      Il modo migliore per torturarli, quindi, non è fare sfoggio dell'intelligenza che serve a intuire piani più loschi di quanto loro intendano coscientemente, ma suggerirgli l'esistenza di uno spirito selvaggio che li fissa dal buio, in attesa del momento buono per ghermirli e trascinarli nell'orrore della macellazione a vivo.

      ...e questo vale per gran parte delle pecorelle là fuori.

      Elimina
  19. https://m.dagospia.com/coronavirus-la-scusa-esistenzialista-di-un-albanese-a-rimini-devo-riflettere-sugli-sbagli-fatti-233742

    RispondiElimina
  20. Vedrete che le FASI 2-3-4-5 etc, saranno acnora più massacranti del lockdown. Piccole e piccolissime imprese salteranno come birilli. Quelle al di sotto dei 15 dipendenti (ve le ricordate? art.18...ahahahah) dimezzeranno il personale o dovranno raddoppiare i prezzi. E allora il made in China, in Taiwan, in Corea, in Vietnam, in Messico, in India, che servivano per abbassare i prezzi per la SOPRAVVIVENZA della classe medio-bassa, la più numerosa in Europa, che ha ridotto di almeno metà il potere d'acquisto grazie all'Euro, cosa serviranno? Non penserete che la meravigliosa Lombardia, il Veneto, l'Emilia-Romagna, lavorino esclusivamente per i pezzenti Italiani. Lavorano per le ricche borghesie estere, hanno delocalizzato quasi tutto, tengono giusto aperto il know-how amministrativo e non di cassa, ma non per TUTTO il mercato interno. Quindi quell'ossatura che tiene in piedi il paese, quella piccola, piccolissima, sarà maciullata dala burocrazia sanitaria che scenderà come una ghigliottina. Fioccheranno multe, controlli, non avrà la forza per contrastare la macchina succhiasoldi dello Stato. E non ho citato il MES o altro, questa è solo la cronaca annunciata di un'implosione di quel che resta del mercato REALE interno, immobiliare, imprenditoriale e mobiliare. L'E-commerce? Per mettere su un'impresa on-line devi essere strtturato, farti seguire da un curatore di immagine e avere già un nutrito portafoglio clienti. Chi si è piazzato su Amazon negli anni addietro ha già preso una fetta di mercato enorme, se sali sul carro all'ultimo, non prendi che briciole, gli avanzi della Piattaforma che Alceste ha citato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio cosi'. L'ossatura che tiene in piedi il paese sara' sostituita con le reti virtuali gestite da AI prima che da uomini.
      Basti vedere solo le lezioni online degli studenti. Se questo e' il futuro del modo di imparare e apprendere, quanto ci vorra' affinche' non sia una AI a gestire lezioni e interrogazioni? Nulla, esiste gia' ed e' piu' efficiente delle insegnanti umane ormai allo stremo psicologico. Il telelavoro, privato del movimento, del contatto e del sentimento umano, quanto ci vorra' perche' sia sostituibile da una App o una AI, nulla. Lo sappiamo ma non vogliamo vederlo. Il mercato REALE sara' trasferito in massa nel VIRTUALE. Questo e' un delitto perfetto, ma da tempo annunciato. Spetta a noi scegliere in quale dei due mondi (reale o virtuale) vivere.
      Ise

      Elimina
  21. Io la vedo in modo molto più semplicistico (a volte faccio errori lessicali voluti me ne avvalgo del diritto m*impongo ) tutta sta macchina poliziesca tutta sta Macchina pubblicitaria del Capravirus sta propaganda a tamburo battente ininterrotta su tutte le TV anzi Tortura mediatica Televisiva ininterrotta ecc ecc avra'o no un finanziatore! Chi e'che Paga i poliziotti la Benza la carta delle fotocopiatrici che fino a 1 mese fa sembravano tutti dei morti di fame ste forze del Disordine ora invece corrono come dei matti dietro a tutti Benza per correre dietro ai vecchietti Benza per correre dietro ai poveretti che fanno la corsetta anti infarto,Benza per chi fa pisciare il cane a 300 metri da casa invece che a 200 ma Si può sapere da dove cazzo tirano fuori la grana adesso per tutta sta gente intendo sempre le forze del Disordine che fino all'altro ieri si facevano sputare addosso dagli immigrati si facevano uccidere in fronte alla scrivania nelle questure da clandestini impazziti, da dove viene la grana per mettere su sto baraccone da Circo planetario, chi puo'mai essere, non lo dico ve lo lascio scoprire anche perche'se no mi date dell'antisemita cosa che non sono, io li adoro ne vado matto ne farei una scorpacciata unica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. https://www.bitchute.com/video/cEWvvVcIlqek/
      dal minuto 14

      Elimina
  22. Su Youtube, e do ragione al Poliscriba che l'ha scritto in un pezzo precedente, non mi ricordo quale, si monetizzano soldi dicendo tutto e il contrario di tutto sulla situazione schifosa che stiamo vivendo. La verità la si vive giorno per giorno, immaginare scenari possibili è un gioco a indovinare, previsioni da cartomanti, se non si possiedono informazioni di primo livello, non gli scarti che provengono dalla mensa dei Padroni.

    RispondiElimina
  23. Riporto una testimonianza che spero possa rincuorarvi, da un paesino dell'Ucraina occidentale.
    Oggi e' Pasqua, questa notte si sono tenute le celebrazioni come ogni anno, nonostante i divieti e le minacce.
    Il presidente aveva annunciato in televisione multe salatissime, polizia al lavoro con il doppio dell'organico etc.
    Cio' non ha spostato niente. La gente, tantissima, ha passato la notte al freddo (-2 gradi), senza museruola, per festeggiare la Resurrezione. La polizia, che come mi riferiscono e' arrivata piu' volte, se n'e' dovuta andare, non senza un certo imbarazzo, non venendo affatto considerata.

    Domani questa carnevalata finira', l'obiettivo di far saltare la Pasqua e' visibilmente fallito (in Bielorussia i festeggiamenti sono stati addirittura perfettamente legali).

    Finira' non vuol dire che non ci saranno "richiami", come per i vaccini o per gli "atti terroristici", o che intanto non hanno seminato vento per le tempeste prossime venture.
    Ne' che finira' "letteralmente" domani, darebbe troppo nell'occhio. Pero' e' ufficialmente finito il digiuno, la Quaresima o quarantena come volete chiamarla.

    L'obiettivo principale a questo giro - ambizioso, gliene va datto atto - e' parzialmente fallito.

    Non con il Vaticano, invece, che come prima premura ha avuto quella di chiudere Lourdes. Ho sentito di un progetto di una piscina sopra Notre Dame? Ecco, questa e' la fine.

    RispondiElimina
  24. Crumbo: "Poi certo, il matto di turno di tanto in tanto saltava fuori, ed esercitava la sua tirannia con crudeltà e spietatezza ma non era uno psicopatico."

    Esattamente. E come dice Alceste la differenza e' che gli psicopatici sono "amorali, distaccati, astratti". 
    Perche'? Credo sia anche perche' per loro non esiste la morte, la fine, il passaggio in un altro mondo misterioso della loro anima, che sara' conseguenza dell'operato in vita, come dettano le leggi dell'equilibrio universale. La loro anima e' venduta, estinta, in cambio dell'eternita' presente. 
    Non sono come il malvagio Innominato de I Promessi Sposi, che, tramite una semplice frase di Lucia, entra in catarsi ed opera la sua Redenzione. Per questi non esiste Redenzione, sono gia' nel giusto e nel buono eterni, la loro impunita' si estende all'infinito, oltre il regno umano (Colao chiede impunita' in questo regno terreno ma ha gia' promessa quella eterna, il consenso umano pero' rafforzera' la sua impunita' eterna per crescita esponenziale). Sono dei veri virus, agglomerati senza vita che han bisogno di parassitare la vita altrui per moltiplicarsi e quindi dominare.
    Gia' solo questa caratteristica dovrebbe farci capire la zero potenza che questi hanno. La amplificano con crescita esponenziale tramite noi, i "noi" che perdono la bussola e la loro vera essenza. 
    Chi non ha perso bussola ed essenza non ha nulla da temere. 
    Mi dispiace per chi non ha fede, non perche' gli manchi il sostegno morale, che c'e' in chiunque abbia sete di giustizia, ma perche' gli manca la chiara visione di come questi umanoidi (gli psicopatici che vogliono farci diventare come loro) finiranno. Il ridicolo resta ridicolo, anche se loro vorrebbero trasformarlo in PolCor, in tutto l'universo il loro comportamento sara' sempre e immancabilmente schedato come ridicolo.
    Saluti,
    Ise 

    RispondiElimina
  25. Qui alcune indicazioni per chi viene fermato dalla polizia: rifiutarsi di firmare l'autocertificazione. Almeno per esperienza di mie amicizie funziona, ossia non possono farti nulla, in base a quanto scritto da un legale:

    Se firmi sei fottuto....
    Sia per autocertificazione, sia per la multa .
    COPIO E CONDIVIDO
    SE PROPRIO SIETE COSTRETTI A USCIRE E LE FORZE DELL'ORDINE VI CREANO PROBLEMI, registrando anche solo con audio il dialogo, senza nè mostrare autocertificazione, nè compilando quella che vi propongono, dite:
    1) Il decreto sconsiglia di uscire di casa, ma non lo vieta.
    2) Sono in giro per comprovata necessità di sostentamento materiale e di salute organica e psichica per me stesso e per i componenti della mia famiglia.
    3) Mi appello all' ART 29 della Costituzione Italiana sui diritti della famiglia.
    4) Mi appello all' ART 16 della Costituzione italiana sulla libertà per tutti di poter circolare liberamente in qualsiasi parte del territorio a meno che non ci sia stato di guerra dichiarato e che pone deroga alla costituzione.
    5) Non è vero che c'è una legge che obbliga a portare una autocertificazione. Vi chiedo pertanto di dirmi se voi siete sicuri che questa è una legge, in quanto la legge 445 del 2000, art. 48, dice che i cittadini non sono obbligati a utilizzare modelli di autocertificazione.
    6) La stessa legge 445 del 2000, articolo 49, comma 1, dice che i certificati medici non possono essere considerati sostituiti legittimamente e legalmente da autocertificazioni. Pertanto io non compilo, nè firmo il vostro modulo prestampato dal Ministero dell'Interno perché sarebbe contro legge.
    7) Se lei vuole farmi compilare il modulo vuol dire che non si propone in forma di legge, ma in forma di autorità, pertanto in forma di autorità lei mi deve ordinare di eseguire questa pratica, ma, visto che agisce per autorità, questo comporta che mi deve porgere un ordine scritto in cui compaiono sue generalità e quindi cognome e nome e suo numero di matricola e mi dichiara che mi sta ordinando di eseguire la compilazione e la firma di questo modulo che lei mi propone, prendendosi la responsabilità di agire non per legge, ma per autorità. Sa bene poi che questo ordine verrà vagliato entro 48 ore da un giudice.

    Se l'agente conosce la legge si limiterà a invitarvi a non trattenervi troppo per strada. Se non è sicuro farà altrettanto. Se non conosce la legge, sono fatti suoi quando poi farete ricorso, avvalendovi anche della registrazione audio, a un suo eventuale verbale.
    Mi sono permesso di sintetizzare ciò che brillantemente professionisti della giurisprudenza hanno fatto circolare per il rispetto dei nostri diritti.
    È importantissimo che non consegniamo autocertificazioni compilate e firmate perché, con le nostre firme, andremmo a creare una sorta di accettazione di qualcosa che potrà diventare, proprio attraverso l'accettazione delle maggioranze, legge per "consuetudine"... e saremo costretti a dover giustificare anche in tempi tranquilli il perché di certi nostri spostamenti. Attenzione, dunque.
    Siate sempre educati e rispettosi delle forze dell'ordine che avete di fronte, ma fate capire che conoscete la legge e fate anche presente, dal punto di vista prettamente umano, che è complicato vivere reclusi in casa e che bisogna comprendere che le difficoltà che ognuno di noi, a partire anche già solo da quelle economiche e a finire a quelle inevitabilmente psicologiche, meritano rispetto da parte di chi ha giurato di tutelare il bene pubblico.

    Ise

    RispondiElimina
  26. Il più importante è il settimo punto. Lì si bloccano e non vanno più avanti e inoltre è importante registrare tutto per avere prove.

    Cosi' mi dicono persone di cui mi fido.
    Saluti,
    Ise

    RispondiElimina
  27. Ricapitolando:

    1. Gaber – La peste
    "L'infezione è trasmessa da topi usciti dalle fogne
    Ma hanno visto abilissime mani lanciarli dai tombini
    Sono le solite mani nascoste e potenti
    Che lavorano sotto, che son sempre presenti."

    2. Bennato – Dotti, medici e sapienti
    "Permettete una parola, io non sono mai andato a scuola
    e fra gente importante, io che non valgo niente
    forse non dovrei neanche parlare,
    ma dopo quanto avete detto, io non posso più stare zitto
    e perciò prima che mi possiate fermare
    devo urlare, e gridare, io lo devo avvisare,
    di alzarsi e scappare anche se si sente male,
    Vai scappa, scappa!

    3. 883 – Chiuditi nel cesso
    "Ogni sera tu guardi il telegiornale con aria schifata;
    "Guarda te a che punto siamo, la fine del mondo è arrivata!"
    Non ti chiedi che cosa fai tu per far ritornare il sereno,
    Tu che guardi solo dentro al tuo guscio
    E il resto non lo caghi nemmeno.
    Chiuditi nel cesso, lì vedrai nessuno ti toccherà,
    Però fallo adesso, se no l'uomo nero ti prenderà.
    Chiuditi nel cesso, porta dentro tutta la tua realtà,
    Però fallo adesso, se no prima o poi qualcuno entrerà.

    4. Celentano – Un uomo libero (Esco di rado e parlo ancora meno)
    "Esco di rado e osservo molto
    Come vedi
    Alla vita mi vendo tutto
    Dalla testa ai piedi
    La vita è un ballo verticale
    Si impara un passo al giorno
    Il prezzo dei passi sbagliati
    È un brutto foglio di viaggio
    E non c'è ritorno
    E non c'è ritorno

    5. Litfiba – Mascherina
    "Parlarsi in faccia è l'ideale e preferisco sia cosi
    Le mezze parole mi fanno male e la tua maschera mi butta giù
    Travestimenti da carnevale ne vedo sempre di più
    E nei salotti c'è un gran da fare
    Tra finti amici e finta complicità
    Io ti conosco mascherina ti conosco
    Ti conosco mascherina ti conosco
    Mediatizzati da ogni canale ne scopro sempre di più
    Regnano nel mondo del virtuale"

    6. Ligabue – Libera uscita (Fuori come va?)

    "E non ci prendono I quarant'anni
    E non ci prenderà Bill Gates
    E non ci prendono con i sondaggi
    Che non ci prendono con noi
    E non ci prendono vecchie balle
    Nemmeno nuove nostalgie
    Ci hanno promesso un grande futuro
    E poi ce l'han tolto c'han detto scusate e così sia
    E non ci prendono sul serio
    D'altronde non l'han fatto mai
    Siam sempre stati il pesce d'aprile
    Anche quando l'aspetti anche quando lo sai
    E non ci prendono comodamente
    Né con il loro dai e dai
    Né con il loro chi tace acconsente
    Noi non abbiamo taciuto mai
    E non ci beccano più
    E non ci provano più
    Non se lo chiedono più
    Cosa facciamo qui nelle scarpe da corsa
    Libera uscita
    In libero mondo
    Libera scelta di dirlo io
    Com'è che mi spendo
    Com'è, com'è"

    Fino a qui mi sembra tutto chiaro.
    Per il finale metterei Battiato e scarterei per scaramanzia "La Cura", ma non mi e' ben chiaro se siete orientati su:

    1) "Up patriots to arms" (engagez-vous) - (la musica contemporanea vi butta giu'?)
    2) "I treni di Tozeur" – ma anche quelli che portano "tanti stranieri in Siberia" di "Strade dell'Est"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Finale di Battiato: Shock in my town

      Shock in my town, 
      velvet underground. 
      Ho sentito 
      (Shock in my town) 
      urla di furore 
      di generazioni, senza più passato, di neo-primitivi, 
      rozzi cibernetici signori degli anelli, orgoglio dei manicomi. 
      Shock in my town, 
      velvet underground. 
      Ho incontrato
      (Shock in my town) 
      allucinazioni. 
      Stiamo diventando come degli insetti, simili agli insetti. 
      Nelle mie orbite si scontrano tribù di sub-urbani, di aminoacidi. 
      Latenti 
      (shock addizionali, shock addizionali) 
      sveglia 
      (sveglia kundalini, sveglia kundalini) 
      per scappare via dalla paranoia 
      come dopo un viaggio con la mescalina 
      che finisce male nel ritorno. 
      Shock in my town, 
      velvet underground. 
      Shock in my town, 
      velvet underground. 
      Latenti 
      (shock addizionali, shock addizionali) 
      sveglia 
      (sveglia kundalini, sveglia kundalini) 
      per scappare via dalla paranoia
      come dopo un viaggio con la mescalina 
      che finisce male nel ritorno...

      Ise

      Elimina
    2. Se vogliamo andare un po' piu' indietro nel tempo, Battiato: povera patria

      Povera patria! Schiacciata dagli abusi del potere 
      di gente infame, che non sa cos'è il pudore, 
      si credono potenti e gli va bene quello che fanno 
      e tutto gli appartiene. 
      Tra i governanti, quanti perfetti e inutili buffoni! 
      Questo paese è devastato dal dolore... 
      Ma non vi danno un po' di dispiacere 
      quei corpi in terra senza più calore?

      Non cambierà, non cambierà 
      non cambierà, forse cambierà. 
      Ma come scusare le iene negli stadi e quelle dei giornali? 
      Nel fango affonda lo stivale dei maiali. 
      Me ne vergogno un poco e mi fa male 
      vedere un uomo come un animale. 
      Non cambierà, non cambierà 
      sì che cambierà, vedrai che cambierà. 
      Si può sperare che il mondo torni a quote più normali 
      che possa contemplare il cielo e i fiori, 
      che non si parli più di dittature 
      se avremo ancora un po' da vivere... 
      La primavera intanto tarda ad arrivare.

      Ise

      Elimina
    3. Grazie Ise, la prima soprattutto è, effettivamente, da valutare

      Elimina
    4. Gentile Ise, innanzitutto grazie per i suggerimenti su come affrontare correttamente un controllo di polizia e grazie per queste proposte musicali;
      Piano piano, ci ritroviamo in una dittatura sanitaria.
      Mai si era visto tale dispiego di forze e mezzi e mai si era assistito in tutto il paese a comportamenti arbitrari e abusi delle forze dell' ordine.
      Atteggiamento chiaramente dettati e ordinati dall' alto e che nulla hanno a che vedere con il virus.
      Come dice bene Alceste siamo in mano a psicopatici che godono nel vederci ridotti a burattini impauriti, imponendoci comportamenti totalmente folli e perversi.
      Un caro abbraccio

      Elimina
    5. Caro Marco,
      non so quanto quei suggerimenti siano ancora fattibili, vista la deriva abusiva in atto, tentare non nuoce comunque.
      Mai visto tale dispiego di forze, neanche per combattere la mafia o criminali di ogni sorta che tanto nuocevano alla nostra nazione e ai nostri "diritti".
      Qui in Giappone siamo entrati nella fase "Stay home, stay safe" come recitano gli slogan in tv. Pur tuttavia non esistono eserciti e polizia per le strade e i massmedia han detto chiaramente che e' solo un "suggerimento" perche', in accordo con la Costituzione, non puo' essere un obbligo… insomma sembrano ancora ricordare che esiste una Costituzione. Certamente, a differenza dell'Italia, hanno dalla loro il fatto che il popolo, per tradizione, e' obbediente, quindi non han bisogno dell'uso della forza. Credo comunque che tutte le strade intraprese dai vari paesi portino a… Roma, ossia alle stesse direttive centrali tecnocratico-sanitarie. Ora potremo scremare i paesi allineati e quelli non, non piu' in base alla presenza di McDonald's come ci dicevamo qui, ma in base alla presenza di Covid e di misure anti Covid, distanziamento sociale in primis.
      Un abbraccio solidale,
      Ise

      Elimina
  28. Ha visto alceste lei che e'il primo ad avere una considerazione becera di me nel non volermi ascoltare, le mie farneticazioni da sciroccato mentale, le mie previsioni da visionario si sono avverate, non avete reagito per 10 anni ve ne siete rimasti in silenzio ora pagate vi siete risvegliati sotto DITTATURA CARI MIEI, E IL DITTATORE E'GRILLO, ben vi sta! Non avete reagito per 10 lunghi anni vi siete fatti invadere vergognosamente da tutti i popoli anche l'animale più stupido della terra cerca di difendere la propria prole la propria tana dal'invasore dall'intruso voi invece no gli avete pagato fin l'hotel le cooperative che ineggiavano all'invasore viva l'integrazione viva il multiculturalismo viva le frontiere aperte , capolinea! comincio a pensare che ve lo meritiate proprio Tutto e per intero sto colpo di Stato, un popolo così vigliacco si merita solo il peggio e la frusta tra le chiappe, grillo lo aveva detto noi siamo oltre Hitler ed in effetti e'stato di parola neanche Adolfo ha osato imprigionare in casa il proprio Popolo, l'ultima chance il 25 aprile, il 3 maggio e 'troppo troppo lontano e' già tardi "tomorrow never come" dicono i britanni e hanno ragione

    RispondiElimina
  29. Apprendo ora che in Italia e' terminato lo stato di diritto e sussiste solo quello di polizia (squadroni della morte). Non c'e' piu' alcuna legge, men che meno Costituzione a cui appellarsi. Non sorprende dato che la presenza di tanta polizia ed esercito sin dall'inizio era anomala e si giustificava solo cosi'. Come dissi dunque, non resta che appellarsi alla "bonta'" dei sociopatici al comando. Spero almeno che finalmente si cessi di parlare di questo virus fantasmatico che serviva da cavallo di troia: esiste, non esiste, ma vogliamo le mascherine, ma la gente continua a morire la' fuori… e la gente continuera' a morire a causa della dittatura e poi della carestia che seguira', perche' se si legge la storia ogni dittatura che si rispetti ha la sua carestia che si rispetti (sempre fatta eccezione per qualche imprevisto, ma ormai escludo la variabile umana, l'unica variabile ancora in gioco e' la Provvidenza Divina). 
    Tutti quelli che "Ohh mettiti la mascherina! Ohh non puoi camminare solo sulla spiaggia, ecc ecc" sono complici e fautori del nuovo stato di cose che perdurera' anni. Questa maggioranza idiota ha portato nel baratro anche la minoranza lucida. E la moderna societa' del malessere da tutti abbracciata acriticamente ha sicuramente dato il suo piu' grande contributo: gente che non era piu' abituata a vedere neanche un insetto camminare sul pavimento e usa a vivere in ambienti e corpi medicalizzati e sterilizzati, e' entrata subito in paranoia a sentir parlare dell' "agente" misterioso inarrestabile e contagioso, sara' un raffreddore che ricorderemo per il resto della nostra vita. 

    Un caro saluto,
    Ise

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessun imprevisto: nel secolo scorso, le uniche carestie vi furono nei regimi comunisti. Non mi risulta che in Italia, Spagna, Portogallo o Grecia (sia con Metaxas, sia con i colonnelli) si faticasse a campare. Nemmeno nella Libia di Gheddafi o attualmente nel piccolo Buthan (che è una monarchia assoluta). Viceversa, ciò è successo in Ucraina negli anni '30, nella Cina maoista e nello Zimbabwe di Mugabe. Quello che comunque stanno facendo in questi mesi è qualcosa che va oltre ogni esperienza storica pregressa: siamo chiusi in casa da 40 giorni e non si sa quando e come ci faranno uscire. Una cosa che non risulta essere mai successa in nessuna epoca storica e in nessun luogo

      Elimina
    2. Si Stefanov, grazie per la precisazione, mi riferivo soprattutto ai regimi comunisti riguardo la carestia. Il Buthan sembra essere la nazione piu' felice del mondo (cosi' dissero di misurare il loro Pil, in base alla felicita' dei buthanesi e non al reddito monetario). A onor del vero i buthanesi sono gli unici che non ho mai incontrato come immigrati in giro per l'Asia, mentre negli ultimi anni abbondano anche quelli che un tempo erano "felici" a casa loro o limitati negli spostamenti (soprattutto dalla poverta' o da simil dittature) e quindi introvabili fuori confine: nepalesi, mongoli, nord coreani, laotiani, tutte le repubbliche centroasiatiche (Kirghizistan, Kazakistan ecc.), ecc.
      Ha ragione, siamo di fronte a qualcosa di nuovo riguardo l'Italia, e forse la Spagna, per ora, per iniziare, per illuminare il cammino agli altri. E' una dittatura tecnocratica, non piu' fatta di dittatori in carne ed ossa ma di input digitali e massmediatici che vanno dritti al controllo (degrado) mentale, per cui non servira' piu' quello fisico. Leggevo sul blog di Grillo della necessita' di "alfabetizzazione digitale" e di creare i "tecnologi dello Stato". Va bene togliere la voce carestia a questa nuova realta', c'e' il reddito universale incondizionato, dice Grillo, che ci sara' iniettato insieme al vaccino (suggerisco io per praticita'), cosi' ad ogni multa di 500 euro potranno prelevare la somma direttamente dal plasma, e dissanguare il popolo letteralmente. Il Grillo in carne ed ossa che faceva comizi in giro e video in cui urlava con la giugulare gonfia dove e' finito? Si e' gia' smaterializzato in una emoticon di una App che ci faranno scaricare direttamente nel cervello per ricevere le istruzioni della fase 3, 4, 5…
      Sara' il nostro pilota automatico neurale per i prossimi anni perche' cosi' ha scelto il popolo votandolo e la volonta' del popolo va sempre rispettata. Resta valido pero' anche in questo caso l'imprevisto, anche di natura sovrumana: ogni santa volta che ho pianificato nei minimi dettagli qualcosa e' sempre intervenuto qualche imprevisto a rompermi i piani, forse per ricordarmi che non bisogna peccare di onnipotenza; come nel piccolo cosi' nel grande oserei dire.
      Cari saluti,
      Ise

      Elimina
    3. Capperi Ise…
      Ti ho seguita negli tuoi ultimi interventi sul blog e mi sono fatto un'opinione definitiva: non raggiungerai i vertici letterari alcestiani ma per lucidità, coerenza, chiarezza, immediatezza e, soprattutto, carattere non hai rivali.
      E mi sono deciso all'appello: TORNA A CASA, abbiamo bisogno di Te!
      Vogliamo la nostra Merkel, più bella, certamente ma vieppiù tetragona!
      Chineremo la fronte al cospetto di una Donna; sei la nostra ultima speranza.
      Guiderai le nostre falangi con dolcezza e polso mascolino.
      Siam pronti alla morte…
      Tanto ormai…
      E qualcuno ancora non capisce perché i migliori sono scappati da questo paese di devastati mentali e falliti vari.

      Elimina
    4. Ciao Ise, in effetti sembra proprio così, non esserci più alcuna legge se non quella di un aleatorio coprifuoco. Si vive sospesi, in un antro temporale innaturalmente dilatato, dove quello che si può e non si può fare diviene incerto, sfumato. Vivo in una cittadina del nord e, per esempio, qui la militarizzazione delle strade e delle vie è minima, a volte si direbbe nulla. Eppure c’è una sorta di sovralegge che impera, tanto impalpabile quanto onnipresente. Sembra che il senso del reale, già profondamente minato da anni e anni di virtualizzazione dell’esperienza, sia ormai sublimato nel surreale letteralmente inteso. La realtà si fa sottile e fuggevole. Di giorno in giorno si diviene sempre più utenti e fruitori. Negli ultimi anni questo fatto s’e’ imposto sempre più: il declinare del consumatore (che già è determinazione al ribasso) a fruitore di merci (virtualizzate) e utente di servizi (sempre più privatizzati e virtualizzati). Presto ciò che resterà di umano, concreto e reale ce lo vivremo come ingombro. Diventeremo come i vecchi impianti industriali in disuso: spazi da riattare facendo piazza pulita del vecchiume per esser trasformati in loft di carne e ossa. Naturalmente quel poco d’arredo consentito saranno le app psichiche. Esse ci mostreranno la via. Crumbo

      Elimina
    5. questa dell'uomo nell'era digitale, come impianto industriale in disuso pronto ad essere riadattato ad elegante loft tramite app e servizi telematici virtuali che gli svuotano il cervello dalle preoccupazioni della vita reale, è brillante e me la dovrò rivendere, spero che tu Crumbo non ne detenga il copyright digitale, e che anzi l'abbia messa sotto licenza creative common..

      Elimina
    6. Caro Loris, ti ringrazio, come sempre sei troppo generoso, stavolta oltre misura!  
      Un abbraccio,
      Ise

      Elimina
  30. Siete In quarantena senza lavoro anzi con il lavoro che se tutto va bene se ne sta andando a put... Privati di ogni liberta'più basilare ma io non so cosa state aspettando per scendere in strada pacificamente per dimostrare il vostro dissenso più che legittimo non siete mica dei Delinquenti o dei criminali che stanno scontando una pena, ma poi la storia delle multe che stanno fioccandovi addosso da 500 euro! Ma state scherzando! 500 euro ! Ma sapete quante lolite con 500 euro mi papperei "ma io gli direi alle forze dell'ordine in modo gentile e amorevole o che mi arrestate o abbattetemi subito xche'altrimenti lo faccio io, ma se per 30 euro di multa in thailandia mi hanno arrestato sembravo un ossesso se non avevo al mio fianco la lolita da garante ero in galera la lolita aveva capito l'antifona aveva capito subito che con me in galera non avrebbe visto la sua performance pagata niente grana per lei non avrebbe visto neanche un soldo e allora mi hanno rilasciato, ma voi 500 euro!!! ma scherziamo! divento come Rambo nella stazione di polizia che viene torturato xche' si rifiuta di pagare la multa ma manco se viene giù Gesù Giuseppe Maria e i re magi pago 500 euro a sti escrementi in divisa , ma voi siete fuori forse con torquemeda ecco con lui si lui si che avrebbe i ferri del mestiere giusti ma solo con lui

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bene, vedo che ci accomuna la passione per rambo. Tra l'altro rambo 2 e rambo 4 sono ambientati in indocina, lo stesso rambo amava quelle terre tanto che vi si era pensionato prima di rambo 4

      Elimina
  31. Digitate"youtube il prete non interrompe la messa e'abuso di potere" ma come cazzo siete messi! Ma da dove escono sti poliziotti dall'Accademia di Satana cosa fanno i concorsi Da Lucifero per essere promossi Diavoli, ma si sono bevuti il cervello non ci sono più parole davanti ad atti del genere, alceste se c'e'ancora batta un colpo, dica qualcosa xche'qui mi aspetto l'arrivo DELL'ANTICRISTO da un momento all'altro

    RispondiElimina
  32. Stanno censurando Digitate"il prete non interrompe la messa e'abuso di potere "

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sed, cosa ne pensi? Vale del resto per chiunque.

      Tempo fa mi ero ricopiato queste riflessioni di Evola, credo a introduzione dell'edizione curata da Preziosi dei Protocolli che altre volte hai citato.

      «Diciamo subito che noi personalmente non possiamo seguire, qui, un certo antisemitismo fanatico che, nel suo voler vedere dappertutto l’Ebreo come “deus ex machina”, finisce col cader esso stesso vittima di una specie di tranello. Infatti dal Guénon è stato rilevato che uno dei mezzi usati dalle forze mascherate per la loro difesa consiste spesso nel condurre tendenziosamente tutta l’attenzione dei loro avversari verso chi solo in parte è la causa reale di certi rivolgimenti: fattone così una specie di capro espiatorio, su cui si scarica ogni reazione, esse restano libere di continuare il loro giuoco. Ciò vale, in una certa misura, anche per la questione ebraica. La constatazione della parte deleteria che l’Ebreo ha avuto nella storia della civiltà non deve pregiudicare una indagine più profonda, atta a farci presentire forze di cui lo stesso Ebraismo potrebbe esser stato, in parte, solo lo strumento. Nei “Protocolli”, del resto, spesso si parla promiscuamente di Ebraismo e di Massoneria, si legge” cospirazione massonico-ebraica”, “la nostra divisa massonica, ecc., e in calce della loro prima edizione si legge: “firmato dai rappresentanti di Sion del 33 grado”. Poiché la tesi, secondo la quale la Massoneria sarebbe esclusivamente una creazione e uno strumento ebraico è, per varie ragioni, insostenibile, già da ciò appare la necessità di riferirsi ad una trama assai più vasta di forze occulte pervertitrici, che noi siamo perfino inclini a non esaurire in elementi puramente umani. Le principali ideologie consigliate dai “Protocolli” come strumenti di distruzione e effettivamente apparse con questo significato nella storia - liberalismo, individualismo, scientismo, razionalismo, ecc. - non sono, del resto, che gli ultimi anelli di una catena di cause, impensabili senza antecedenti, quali per esempio l’umanesimo, la Riforma, il cartesianismo: fenomeni dei quali però nessuno vorrà seriamente far responsabile una congiura ebraica, così come il Nilus, in appendice, mostra d credere, inquantoché fa retrocedere la congiura ebraica niente di meno che al 929 a. C. Bisogna invece restringere l’azione distruttrice positiva dell’internazionale ebraica ad un periodo assai più recente e pensare che gli Ebrei hanno trovato un terreno già minato da processi di decomposizione e d’involuzione, le cui origini risalgono a tempi assai remoti e che sui legano ad una catena assai complessa di cause: essi hanno utilizzato questo terreno, vi hanno, per così dire, innestato la loro azione, accelerando il ritmo di quei processi. La loro parte di esecutori del sovvertimento mondiale non può dunque essere assoluta. I “Savi Anziani” costituiscono invero un mistero assai più profondo di quanto lo possano supporre la gran parte degli antisemiti, e così pure, per un altro verso, coloro che invece fanno cominciare e finire ogni cosa nell’internazionale massonica, o simili.»

      [...]

      Elimina
    2. Mah, qui Evola, quello che criticava il nazismo da destra, gioca a fare il moderato. Allora seguendo il suo filo, si può datare l'inizio della lunga discesa verso l'attuale nichilismo relativista alla distinzione tra i concetti di verità e di realtà dei fatti fatta da Tommaso d'Aquino, concetti che prima erano un tutt'uno.
      Dunque i semi della decadenza vanno tracciati al XIII secolo quando Tommaso era vivente, è quindi questo il periodo dell'età dell'oro? Rimpiangiamo il XIII secolo come culmine della nostra civiltà, in salita dal VI secolo al XIII secolo e in discesa da allora, fino alla picchiata di oggi?
      E questo se consideriamo solo il ciclo storico della nostra civiltà. I romani erano cotti nel V-VI secolo, ma erano fulgidi dal III a.C al III d.C escluso. Debbo comunque avere più nostlgia del XIII secolo, e guardare ai Romani come passati e inconoscibili? E se, invece, fosse stata una lunga caduta dalla nascita di Cristo ad oggi?

      Chiaro che se si gioca a fare dietrologia si può benissimo passare a credere che il punto di sella nei destini della civiltà cristiana e europea fu l'instaurazione del dominio del dollaro dopo la II guerra mondiale, o ancora la caduta degli imperi centrali tradizionalisti dopo la I guerra mondiale, via via alla caduta di Napoleone e il dominio mercantile inglese incontrastato, o ancora alla rivoluzione francese, all'illuminismo, ancora prima alla "banca d'Inghilterra" che fa decapitare il re Stuart e chiama Guglielmo d'Orange a fare il sovrano fantoccio, o agli olandesi stessi che vincono l'indipendenza dalla Spagna e l'Impero grazie ai soldi dei "mercanti" con la loro rivoluzione capitalista, a Lutero e alla Riforma, ecc. ecc.
      Più immediato è credere che Eyes wide shut non era un film, ma un documentario...

      Elimina
  33. https://m.dagospia.com/i-bianchi-non-rispettarono-i-patti-e-i-capi-indiani-dissotterrarono-l-ascia-di-guerra-il-libro-233989


    Bem the human monster

    RispondiElimina
  34. Questa gliela racconto alceste :il padrone della guesthouse mi viene incontro li'con la mascherina e mi dice mettitela e non fermarti a parlare con nessuno non toccare nessuno stai a 1-2 metri dalla gente sopratutto dagli stranieri e non dare niente agli accattoni o ai bambini poveri lungo la strada ,rimango basito ci rimango di stucco come un barbatrucco a malapena gli rispondo di getto subito "ma mi prendi per il culo?" e lui "no e'per la tua salute" gli chiedo "e'obbligatorio? No! e allora non mi metto niente e lui" ma in italia la gente indossa mascherine guanti ecc " e io" ma in italia sono dei cerebrolesi popolo di mentecatti e poi io sono thai risiedo in thai non centro con quel popolo di coglioni in 20 anni sono tornato 2 volte 2 mesi e avevo la smania di venire via subito" fine della conversazione! gia'eravate un popolo di zombie ora vi siete vestiti pure da pagliacci " la mascherina la vedo come una patente d'idiozia non oso pensare se vedessi qualcuno girare pure con i guanti mi offrirei per tenerlo su nell'attraversare le strisce pedonali deve essere messo veramente male roba da girello roba da prendere una pensione d'invalidita' al 99%, ah ah ah, ormai non avete toccato il fondo lo state trivellando agli occhi del mondo siete il popolo più imbecille del Globo! Continuate a stare acccccasa!. Muratevi vivi anzi chiudetevi dentro il water , la quarantena 2 mesi ah ah ah! Che popolo di bamba!

    RispondiElimina

Siate gentili ...