martedì 5 marzo 2019

La nuttata è passata (non si interrompino i sogni)


Roma, 5 marzo 2019

La nuttata del PD è passata? In così poco tempo? Perché no.
Nicola Zingaretti è il nuovo segretario del PD. Lo si sapeva da circa due anni almeno, eppure ci sono stati 1.800.000 esserini che si sono recati a votare alle primarie di tale partito per farlo vincere. Come se il destino avverso incombesse sulla ridanciana pelata del Nostro. 1.800.000 italiani convinti che, recando circa 3.600.000 euri al partito del tradimento strutturale della Patria, si potessero decidere le sorti di una candidatura già decisa laddove si decide veramente.
Come certe elezioni in cui il candidato dell’apparato riceveva dai compagni il 98,31%: meticolosamente scrutinato, ovvio. Il comunismo non c’è più, ma l’apparato sì. E non è certo l’apparato del PD.
Qualcuno obietterà che i numeri sono quello che sono, ma io ho agio di rispondere che i numeri sono quello che sono anche quando sono scrutinati dal Ministero. Uomini, eventi e leggi vengono decisi altrove: queste pagliacciate servono unicamente a ratificare e a far contenti i micchi che ancora credono alla croce sulla carta.
1.800.000 italiani sono un bel numero tondo, splendido per invertire la rotta statistica rispetto all’ultima consultazione: 1.700.000. I giornalini dell’apparato italico potranno giocarselo, tale numero, con finti sondaggi e finte inchieste, elaborate tra una sfogliatella e una gita al mare, per affermare: ecco il Rinascimento della sinistra. Non che all’apparato importi della sinistra. Solo che gli serve, la sinistra, per inverare ciò che gli sta più a cuore: la distruzione dell’Italia. E comunque, anche se avesse votato la metà, il risultato, per le nostre tasche o per le nostre anime e coratelle, non sarebbe cambiato affatto. Questo tale, Zingaretti, è il segretario del maggior partito italiano. Punto e basta. E sarà lui a decidere come il maggior partito italiano, che è tale indipendentemente dai voti che riceve nell’urna, si muoverà contro l’Italia nei prossimi anni.

Sì, il PD è il partito più forte d’Italia così come “Il Popolo” e “L’Unità”, quotidiani della Democrazia Cristiana e del Partito Comunista Italiano, erano i giornali più importanti della Prima Repubblica. “Il Popolo” vantava una tiratura di qualche decina di migliaia di copie effettive, “Il Corriere della Sera” più d'un milione, eppure, se si voleva capire come la pensavano i padroni, era meglio leggere “Il Popolo”; così come era doveroso scorrere “L’Unità”, giornale fondato dall'incolpevole Antonio Gramsci, per comprendere altri avvenimenti geopolitici; o dare un’occhiatina a “L’Avanti” per sapere come e da chi alcune importantissime aziende di Stato sarebbero state lottizzate.
Forse, però, sfugge ancora qualcosa.


Giovanni Agnelli una volta disse, pressapoco: “Se vogliamo far digerire le riforme contro i lavoratori occorre che vada al governo il partito dei lavoratori e della sinistra”. E così fu. Ma io aggiungo, perché i micchi non imparano mai: “Per far digerire migranti, droghe libere e tasse occorre che vada al governo il partito dei reazionari e della destra”.

Lo schema è sempre quello. Il programma, quello dell’Apparato Universale, va avanti, instancabilmente. Intanto l’Apparato Subdominante, l’Apparato Italiano, formato da PD, Forza Italia, Lega, Sinistrati Assortiti e Destrorsi all’Acqua di Rose, si spartisce il malloppo pubblico e intorta i propri elettori. Con Salvini al governo i destri si sentono rassicurati, eppure il programma migranti va avanti spedito lo stesso. Le statistiche su sbarchi e controsbarchi, gommoni e ONG non deve celare il fatto che dal mare, con tutta la scenografia da drammone hollywoodiano, arriva un millesimo di carne umana. E quel millesimo, peraltro, non se ne va più. Si sposta, al massimo, entro la mirabile penisola italiana. In fondo tutto questo tricche tracche sull’immigrazione è una guerra per bande: sinistrati e vaticano, cooperative e onlus, traggono benefici dal migrantismo, la destra no; e viceversa: la destra possiede altre vie e settori per finanziarsi. Il caso Roma, con i maggiori rappresentanti di destra, sinistra e criminalità allo stesso tavolo dovrebbe far riflettere. Eppur non si riflette. Tutti vogliono una sola cosa. La Titina? Macché, il voto.

Il PD fa schifo, certo, ma riassume in sé le stimmate del postmoderno, le rotte che annunciano l’apocalisse italiana.
Adesso va di moda Salvini: presto tornerà nell’ombra. Un’ombra dorata, ovvio, come è quella di Matteo Renzi. Entrambi sono subdominanti, personaggi a cui si concede una vacanza lunga una vita. Uno due tre anni, cosa importa al potere? Il potere ha tempo, ragiona in termini che non coincidono con la scadenza delle rate dell’auto o del mutuo fondiario. Solo cinque anni fa Matteo Renzi, una nullità scaturita dal nulla, poiché ex nihilo nihil fit, si vide locupletato del 41%. Ragazzi, il 41%! Erano cifre attendibili? Secondo me no, ma io non conto perché non credo nella democrazia liebrale e men che mai nelle procedure burocratiche che assegnano percentuali e seggi dei rappresentanti della democrazia liberale. Il 41%! Eppure di quella stagione, oggi, cosa resta? Un tizio che gira l’Italia con lo scolapasta in testa: prima o poi qualcuno dovrà dargli una regolata e spiegargli, pazientemente, che lui era solo un oggettino utile in quel momento storico: si rilassi, il genio del Lungarno, reddito ne avrà finché vuole, la vita sorride, è giovane, un posticino ancor più dorato si troverà, i guai di mammà e papà verranno risolti. 41%! Via! Dileguato! Una giostra. Renzi, i populisti, presto il centrodestra, poi il centrosinistra. Cosa cambia? Un bel niente. Il potere è asessuato, para i colpi, li schiva, li incassa; ha creato quel 41%, l’ha ben speso contro i lavoratori, poi ha gettato lo strumento contingente. Intanto l'Utopia è ben viva sotto la pelle degli apparenti cambiamenti.
Riusciremo infine a comprendere questa semplicissima verità?

Il trascorrere di figure e figuranti per cui ci si dà tanta pena è solo il goffo rivolgersi di un gioco più nascosto. La natura ama nascondersi, diceva il Saggio. Così è.
Eppure ci si accapiglia ancora fra destra e sinistra quando tali categorie sono state definitivamente dismesse, a qualsiasi livello, persino nei giochi di prestigio locali, da quarant’anni.
Ogni partito o movimento simula l’azione, ma l’azione non c’è più. Si rifletta. Certo, il PD assicura il compiersi degli eventi voluto dal potere con maggiore efficacia o agilità. E però anche il M5S o il Salvinatore della Patria, Forza Italia e Fratelli d’Italia, per tacere delle stupide combriccole di sinistre, sempre effervescenti, accompagnano la nave del postmoderno nei sicuri porti dell’Utopia.
Si deve ignorare del tutto l’attualità. O leggerla esclusivamente quale segno o simbolo. Guardare altro, guardare sotto, questo si addice a chi vuole scoprire la verità.

La disumanizzazione, la dissoluzione morale, la smaterializzazione: tutto questo va avanti, chiunque sia al potere. I marker tumorali testimoniano in tal senso. Lo sfascio della famiglia, la disfatta del sapere, dalla scuola all’università, la legalizzazione del male, l’indifferenza fra bene e male, la schiavitù dettata dall’edonismo, la distruzione del linguaggio ovvero della conoscenza, l’eliminazione del passato per togliere riferimenti e impedire il giudizio sull’oggi. Un Mondo Nuovo esige Fondamenta Nuove. Spianare e cospargere di sale ciò che ha guidato l’umanità: questo il compito dei subdominanti, di destra, di sinistra, di centro.

E questo avviene perché nessun partito europeo, dico: nessuno, afferma davvero qualcosa di contrario e irriducibile rispetto alla Monarchia Universale che ci ingloberà.

Per mezzo secolo di vita mi sono opposto a questo. Ero contro questo anche quando credevo ancora nel gioco liberale. Poi mi sono ripulito anche da tale superstizione. E l’ho pagata, ragazzi, l’ho pagata cara.

Ciò che si muove a livello politico è pura apparenza. Ammuina. Son tutte variazioni dell’unico tema, equivocate dai gonzi come fughe, o strappi. Ma qui nessuno vuole fuggire, scappare o morire.
Il piano psicologico è sempre lo stesso.
Quando il vero potere sente che il gioco non funziona più tira fuori le proprie figurine dalla manica: il Rivoluzionario o il Pompiere.
Dapprima le urla del Rivoluzionario, debitamente ingigantite dai mass media e dai social popolati di straccioni, quindi la vittoria; l’elettore fa festa, insulta il nemico, siede a godersi la vittoria manco fosse Annibale dopo la battaglia di Canne: è la cosiddetta luna di miele: io, con più aderenza concettuale, parlerei di rilassamento post coitum. Dopo la tumescenza del clima elettorale e la foia della speranza (vai, distruggiamoli!) segue la detumescenza post-orgasmo (leggi: le grida da contrazione orgasmica) che smiagolano poi nell’adagiarsi sul cuscino del gradassume: avemo vinto, poppolo! Segue, quindi, mentre il micco si rilassa, il lento riallineamento istituzionale del Rivoluzionario; l’elettore dapprima comprende: adesso attueremo il programma, bisogna darsi una calmata. Segue qualche mese in cui il Rivoluzionario, seguito passo passo dall’elettore, fa fuoco e fiamme regalando l’illusione. Dopo un annetto o due le fiamme, però, si rivelano per quello che sono: un incendio nel portacenere. L’elettore traballa, ma non molla: vanta ancora speranze. Al Rivoluzionario, invece, ciò che pensa l’elettore ormai non frega nulla poiché ha piazzato tutte le pedine possibili che gli consentiranno di vivere di rendita per decenni. Dopo un altro anno si concretizza il disinganno totale del micco da cubicolo rivoluzionario; risorge, ora, in perfetta controtendenza, l’illusione dell’elettore sconfitto tre anni prima, ringalluzzito nella speranza e pronto alla battaglia dopo il digiuno e le umiliazioni.
Le psicologie si invertono.
Il ciclo è pronto al ri-ciclo.
E, dopo il Rivoluzionario, arriva il Pompiere.
O viceversa.

Espirazione-Inspirazione. Rivoluzionario-Pompiere. Croce e Contro-Croce. L’illusione della storia si conferma, il potere avanza.

Alla base della democrazia, se non c’è più la spinta ideologica e sociale, è solo il tifo, cioè il carapace vuoto dell’ideologia.
Alla base di tutto c’è l’incapacità a essere davvero politici.

L’homo politicus, il Waldgänger. colui che aspira a cambiare il corso degli eventi, deve possedere poche qualità. La prima, forse l’unica: resistere al fuoco nemico, in trincea, e mai cambiare opinione sulla guerra e sulla propria sorte. Resistere. Resistere. Resistere. Ciò, oggi, appare impossibile. La causa del fenomeno è stata già sviscerata in questi paraggi, ad nauseam. La pace ha infrollito la voglia di sacrificio, la dedizione, la caparbietà, la fedele ostinazione, il cuore oltre l’ostacolo, il cuore sopra a tutto. Non si ha voglia di lottare per una meta, figuriamoci il tribolare o il morire per essa! Non sia mai! Una causa, oggi, la si sposa col like, la si tiene in caldo per un poco, litigando su schermo qualche mese con altri coglioni, quindi la si cambia con un colpo di mouse manco fosse un salvaschermo venuto a noia. I versi: “La donna è mobile qual piuma al vento/muta d’accento e di pensiero”, in un’epoca di femminilizzazione universale, divengono paradigmi inscalfibili. Il cretino di cui sempre discorro è proprio questo: per lui va bene tutto, il nero verde l’arancio, per lui non esistono ancore, punti privilegiati, centri di senso, fortezze o trincee. Nel deserto ogni punto s’assomiglia e le alture sono tutte spianate.

Vivere ciò in cui si crede: la vedo impossibile per l’homunculus.

Il PD e i suoi alleati, che sono più di quanti sembrino, faranno ciò che devono fare con le spoglie dell’Italia. Gli si dia un pochino di tempo, dai. Per ora hanno eletto un loro pari, un altro renitente al lavoro. Presto il Faticatore si circonderà di altri simili onde cicalare da Primus inter Pares. D’altra parte i Meloni, i Salvini, i Casini non sono da meno (o da più).

Zingaretti Nicola, politichino almeno dal 1982, non certo colto, e nemmeno brillante, men che mai intelligente. A suo disagio coi congiuntivi, ma esperto nella tattica di sfinimento del prossimo; un praticone di talento, insomma, indurito da trent’anni di amicizie, fratellanze e scontri procedurali e burocratici nei consigli politici del Lazio intero nonché compagno (e quindi amico) di tanti attorucoli scrittorucoli e star televisive d’accatto che infestano l’Italia con la piccineria degli inetti; sarà quest’uomo a fornirci in futuro la consueta sbobba di neri pacifisti gente gaia femminismo divismo televisivo con la paga di Pantalone quando il salvinator della Patria non sarà più di moda; e noi lo sorbiremo, l’intruglio, lo si voglia o meno. Che alternative abbiamo al voto liberaldemocratico? Nero e non solo, antimafia da rotocalco, melenso vittimismo, nazioni unite, progresso globale, pace in medio oriente, cambiamento, sindacato rosé, libertà. L’album Panini della Bontà di Nicolino è quasi completo. Manca qualcosa? Certo, l’Olocausto. Ma egli ha già provveduto ad attaccare anche l’ultima figurina adesiva: i nonni, infatti, per sua diretta testimonianza, sono la famiglia Di Capua; la mamma, una Della Torre, si salvò, per puro caso, dai rastrellamenti nazisti del 16 ottobre 1943 nella Roma città aperta del feldmaresciallo Albert Kesselring.

Accanto a Nicolino un’effervescente Monica Cirinnà esibisce una t-shirt oltraggiosamente sbarazzina: “Meglio frocio che fascista”. Sì, perché quando i sinistrati usano la parola “frocio” lo fanno da amici, se la pronunzio io rischio occhiute indagini. Monica Cirinnà, la paladina degli animali, senatrice e pasdaran dei diritti civili, al pari della Brambilla berlusconiana, tanto preoccupata per la sorte di cani e gatti (o di gatti e cani), nonché dei canili e dei gattili, e moglie dell’ingegner Esterino Montino, già al Comune di Roma e poi alla Regione Lazio con Piero Marrazzo, e oggi sindaco plurimandatario di Fiumicino, classe 1948, in partitica da quando il sottoscritto non aveva ancora l’età del consenso, elettorale e sessuale. Me lo ricordo, il Montino, alla fine degli anni Ottanta, già strutturato per l’avvenire, inveire contro i democristiani a Teleroma 56 dacché subodorava brogli (democristiani) nelle elezioni appena concluse (elezioni comunali o regionali? e chi se lo ricorda). Son passati più di trent’anni ed Esterino è ancora lì. Per fortuna ha conosciuto l’amore, l’amore di Monica. Lo testimonia la Stessa, a “Panorama”, con brio inesausto: “[In Consiglio Comunale] io lo ignoravo. E lui, per un anno, ogni volta che passavo di fronte al suo scranno, mi salutava un ‘miao miao bau bau’. La cosa non mi era gradita. E sbuffavo ... Poi, a marzo del 1995, Esterino venne nominato da Francesco Rutelli assessore ai Lavori Pubblici. Era lui che doveva costruire il nuovo canile comunale … Iniziò, così, una lunga e forzata frequentazione lavorativa. Insomma [galeotto] fu il canile”. 
Che dire? Lui fa i canili, lei ama i cani. Un amore bestiale.

Monica possiede poi una dose di umorismo contagioso: “Nel 2001, quando decidemmo di investire i nostri pochi risparmi nell’acquisto di una azienda agricola in Maremma …”. A me la Cirinnà piace, che vi devo dire. Meno, mi piacciono i cani. Son più da gatto come indole. Cani ammaestrati ne ho visti tanti, gatti a comando mai. Prima o poi, peraltro, dovrò espatriare con le pezze al culo, come Céline, il gatto Bébert nel tascapane di cuoio. Lo pre-sento. Mi piacciono anche gli asini. E infatti Esterino regalò a Monica, per i suoi primi quarant’anni, un asino: Pippo. Quando si dice la sintonia. Ma sì, mi piace Monica. Soprattutto quando giustifica il marito: “[Quando è esploso il caso Marrazzo] era sconfortato, stupito e ignaro di tutto”. Così deve fare una moglie, difendere il marito, da ogni illazione. Pur se Esterino, da sempre integerrimo, non ha certo bisogno di difese: se lui, dopo una vita passata in politica, afferma di ignorare i gusti, le frequentazioni e le pericolose inclinazioni di Pierino Marrazzo, io gli credo. Lui ignorava, certo, ma il sottoscritto, a esempio, ben più modesto di lui, insignificante diciamo, no. E perché? Perché frequento, io, i bassifondi. Non quelli della Cassia e dei trans o delle trans, ovviamente, bensì i bassifondi della vita. Quando si crede a qualcosa e si vive in obbedienza a quella fede le cose vanno male. Si vive nel sottosuolo. E nel sottosuolo certi echi del mondo di sopra vengono meglio captati. 

Un ex impiegato regionale, oggi in pensione, secoli fa mi prese in confidenza. Quegli incontri casuali che durano lo spazio di un paio di caffè. Dopo esserci rimpallati l’un l’altro qualche guaio della vita, egli cominciò a enumerare gustosi aneddoti di lavoro. Eccone uno: “Una volta Marrazzo richiamò sgarbatamente all'ordine ... una collega … un vero peperino a miccia corta … efficiente, ma orgogliosa, imprevedibile e dura di capoccia, a quanto pare … a sentire quelle parole … sprezzanti … vieni qua, tu … come chi si rivolgesse a una pezza da piedi … quella prima diventò rossa di rabbia e poi gli sbottò davanti: “Il tu lo dai a qualche mignotta o frocio drogato, a me no”. O qualcosa di simile. Questo avvenne prima dello scandalo et cetera et cetera. Così andavano le cose ... e vanno tuttora ... Fra di noi il segreto ... era il segreto di Pulcinella, insomma …”.

Si noterà, en passant, l'acrimonia, stavolta peggiorativa, del termine "frocio".
Ma con ciò cosa vuoi significare, diranno i miei piccoli lettori? Nulla, è solo una delle storie che dai piani alti quaggiù colano, nell’anonimato dell'esistenza piena di chiacchiere e senza voce, condensandosi in liquidi verbali che stillano indolenti, lentissimi finché i climi freddi delle caverne sociali non li ghiacciano in graziose stalattiti di memoria.
Ogni tanto, fra le centinaia lì raggrumate, ne stacco una, iridiscente e graziosa, onde proporvela: proprio a voi, poppolo maledetto.

Mi sentite sfiduciato? Ma no, cosa andate a pensare.

48 commenti :

  1. E pensare che per un breve attimo ho creduto che quel pupazzo di Renzi avesse spazzato via il PD per sempre da questo teatrino, e invece come dici tu tra qualche anno mi sa tanto che ce lo ribecchiamo tirato a nuovo...è come vivere in un loop...non c'è una porta d'uscita per scappare da questo zoo, ho già controllato. Forse invece di rovinarci il fegato dovremmo riservare le nostre forze, la nostra ostinata dedizione e sacrificare noi stessi all'unico credo che non può essere smerciato nel Tempio, quello dell'isolamento aristocratico (ammesso che ci sia ancora una qualche differenza fra quest'ultimo e l'alienazione dell'uomo contemporaneo).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si esce tagliando il cordone ombelicale a questi riti allucinati. Il problema rimangono gli Italiani, pecore matte dirette al baratro.

      Elimina
    2. Manualetto per rivoluzioni
      colorate di 1°grado.

      https://www.google.com/url?sa=t&source=web&rct=j&url=http://www.uonna.it/Ricette-per-il-Caos.pdf&ved=2ahUKEwj7j5SQle3gAhVFVhoKHYxlAU4QFjAIegQIARAB&usg=AOvVaw3SSBmD9c_3IVfFj6-4Y_bM

      Elimina
    3. Panurge, il concetto del "loop" e' estremamente interessante. Penso che dobbiamo cominciare a contemplare la possibilita' della ribellione. Io, per esempio, sto esercitando il sentimento della VENDETTA. Una volta perdonavo... Suvvia, porgevo l'altra guancia (abbastanza diciamo). Poi ho capito che erravo: il togliermi il gusto, l'animalita', la cattiveria della vendetta mi rendeva simile ad un ruminante. Oggi sbrano il fegato crudo ed il nemico quando mi annusa gira al largo.
      Siamo diventati troppo sofisticati: troppo studio rinsecchisce i testicoli! E senza testicoli, un popolo muore. Le donne? Facessero quello che natura le ha comandato di fare, farebbero gia' tantissimo. Dobbiamo vedercela da noi uomini caro Panurge. Arrivera' il momento della verita' e del sangue. Fra poco la pedofilia e l'omicidio di bambini verranno derubricati a "uno dei generi della sessualita' dell'adulto confuso e bisognoso di affetto".
      Stanno lavorando alacremente per questo i nostri "Amiconi".
      La mia amica della Costa D'Avorio mi ha detto che li i negri prendono il pedofilo, lo legano ad un albero e gli legano due mattoni nei testicoli. E guardano.
      Dobbiamo imparare dagli africani: hanno molte cose da insegnarci che noi abbiamo (aime') dimenticato. Cominciamo, per esempio, a frequentarli, guardandoli come un possibile alleato...
      Un caro saluto.
      Uguccione il Selvaggio Battezzato ma non Confessato.
      Anonimo R

      Elimina
    4. Si Alceste. Molti italiani purtroppo faranno la fine del sorcio. E non possiamo farci nulla. E' da 30 anni che lavorano per questo. Si salvi almeno il salvabile. Io parlo (oltre il limite) ma il numero di coglioni bipedi italici supera di gran lunga le umane possibilita' anche di un novello Gesu' salvifico.
      Amen
      Fra Uguccione dell'Ordine dei Cantori Flagellanti
      Anonimo R

      Elimina
    5. Anonimo R, fosse per me rovescerei il mappamondo, non tanto perché penso possa servire a qualcosa (ovunque lo giro mi darebbe sempre il fastidio estetico di un quadro appeso storto) quanto piuttosto per sgranchire la mia furia appisolata, la mia animalità come dici tu. Una volta almeno quando alzavi un dito contro il potere avevi l'onore di essere giustiziato davanti a un plotone di esecuzione nella pubblica piazza, adesso invece bene che ci va ci trattano come poveri stronzi a cui tirare le orecchie e avvelenare con il germe della redenzione. Ci hanno tolto pure il gusto della rivolta. Vorrei poter dire "salviamo l'umanità!", ma non ha tanto senso perché è proprio l'umanità il nostro Nemico. Ormai nei confronti di quest'ultima provo solo due sentimenti, pietà e disprezzo (che a conti fatti sono la stessa cosa), e talvolta li provo persino per me stesso. E allora forse, come diceva Gaber, "la lontananza è l'unica VENDETTA, è l'unico perdono".

      Elimina
  2. ITALIA THUNDERFUCK 2: MEGLIO FASCISTA CHE FROCIO

    https://youtu.be/w9RQlv5iXHI

    Anonimo R

    RispondiElimina
  3. La prima cosa che ha detto zingaretto è che si batterà per lo ius sola. Sembra peggio del papa che mentre in Vaticano imperversano pederasti di tutte le risme si preoccupa che l'Italia faccia la scorta di negri per l'inverno. Siamo alla frutta. La fine dell'impero romano ebbe sorte analoga quando i barbari si infiltrarono ovunque e purgarono infine Roma.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...ricerca Anonimo chi fu l'ultimo imperatore romano. Costui, tra l'altro, vieto' la leva militare ai romani, per darla agli stranieri. Quindi? Datevi una risposta del perche' della fine di Roma! Anche la vera storia e' stata occultata, ovvio! E non credo sia un caso che le caserme italiane siano state svuotate di militari italiani, sia stata abolita la leva militare obbligatoria e le caserme riempite di maschi africani invasori!
      Anonimo R

      Elimina
  4. Tutto vero, eppure... pur con la lor incompetenza, incoerenza, inesperienza, a me pare che i grullini qualche fastidio a chi comanda lo diano. Ogni giornale, ogni tv (la7 in primis ma non solo lei) spara loro addosso ogni ora che dio manda.
    Mai il felpato verde ha subito e subirà questo trattamento. Si vabbè... ogni tanto gli si da timidamente del razzista, ma vuoi mettere... studi televisivi che lo accolgono con applausi scroscianti, domande leggere dell'intervistatore.
    A quegli altri, lampade puntate in faccia ad alzo zero, interruzioni continue mentre belano i loro balbettii. Fuoco concentrato di opinionisti e conduttori che che sembra d'essere a Verdun :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio punto di vista e' che sia tutta fuffa il can can mediatico su 5 stelle e lega: loro stanno portando avanti benissimo il Piano Kriminale:
      1) vaccinazione satanica di massa
      2) ulteriore cessione di sovranita' all'Unione Sovietica Europea
      3) distruzione e svendita di cio' che resta del patrimonio industriale italiano
      4) inasprimento di Equitalia contro i privati cittadini
      5) riduzione diritti dei cittadini
      6) continuazione dell'avvelenamento occulto dei cittadini
      7) ulteriore instupidimento dei cittadini

      (Ho dimenticato qualcosa?)

      Vorrei sbagliarmi ma tutto sembra un minuetto: in realta' tra i due "guappi", che fanno finta di agire e creano "materiale per la soap opera televisiva quotidiana" (migranti e Tav per es.), Conte, Grillo, Casaleggio, Mattarella e i loro Mentori Supremi Trans-nazionali continuano imperterriti la Grande Opera...
      Una mia supposizione ovvio, che vale per quel che vale.
      Uguccione Macchiavelli, cugino (supposto) di Uguccione VI detto il Guelfo e compositore l'immortale ode: "T'amo o pio caprone!".
      Anonimo R

      Elimina
    2. La supposta è giusta:

      https://www.google.com/url?sa=t&source=web&rct=j&url=http://www.dissensomedico.it/files/Psicologia-di-massa-del-vaccinismo-a.pdf&ved=2ahUKEwjmmpyspe7gAhUCb1AKHWPxD5s4ChAWMAV6BAgEEAE&usg=AOvVaw1V9oNXQ-ZCG_a-SZwEpvKq

      Laura

      Elimina
  5. Qualcuno sostiene che manchi una classe dirigente all'altezza, credo che manchi proprio il materiale umano, non siamo più in grado di esprimere non dico i famosi diecimila ma neanche la metà di uomini e donne di valore autentico.
    L'ultima generazione decente è stata quella degli anni 20 del secolo scorso, poi il nulla, il declino inarrestabile tra vizi, indolenze, perversioni, pigrizie.
    La politica contemporanea è un serbatoio di avventurieri, grassatori e intellettuali d'accatto. L'italiano ormai è buono solo per cicalare davanti a caffè e brioche sulla tattica della nazionale, sulla costituzione venezuelana o sulla tav, per poi ripiegare sul nuovo modello di suv ibrido elettrico con tre motori alimentati a pernacchie in attesa di andare in ufficio a visitare zalando sulle ultime novità stagionali

    RispondiElimina
  6. a me da Comunista mi hanno fatto diventare "maldestra". In sincerità, la penso come salvini coi cannibali islamici e negher, malgrado sia un magnacadaveri ed un cacciatore, che sicuramente tace sul fatto che i negher siano tanto utili agli industrialottieri pro-TAV, onde abbassare la paga di tutti. Di Pejo fa finta di avere a cuore i Lavoratori Subordinati, ma lascia che i loro Figli siano ammazzati da neonati da ben 10 bombe atomiche nel sangue...Da Atea, Vegana, Taoista quindi NON femminista, ma Animalista, odio sia la competizione che il tifo ed anche questa ostentazione del frocismo maschile e femminile. Natura vuole che ci sia un polo negativo ed un polo positivo per far Luce fu...Provino ad accendere una "lampadina" connettendo due prese o due spine sti' teste di verza di bruxelles ! Anch'io preferisco i Gatti, la loro idipendenza affettuosa...Occorre che impariamo a rigirare la frittata: usare chi vuole usarci. Il gialloverde potrebbe essere usato come arma. Proviamoci almeno. Indietro non si torna. Non mi piacciono le vergini ricucite. Troppo perculanti ! Auguri a Noi ! Evoluzione !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbasso i trans-perculanti futuri "educatori" skolastici e che i vaccini satanici se li facciano tra di loro! Dobbiamo pero' cominciare a reagire!
      Anonimo R

      Elimina
  7. Concordo a 360 gradi con l'articolo di Aleceste. Mi permetto di aggiungere che quel poco di benessere che l'italia ha conosciuto tra il 1945 ed il 1991, era dovuto al contesto Geopolitico dell'epoca ed al placet americano che utilizzò l'Italia in funzioje antiinglese e francese al fine di marginalizzare i residuati di impero Inglese e grandeur Francese: all'talia fu permesso di mantenere colegamenti con le ex colonie e, in tale contesto, operò sia nella guerra d'algeria che nel colpo di stato di Gheddafi. Insomma, il padrone americano ci lasciva fare (certo entro certi limiti) perchè utilizzando noi consolidava il suo potere egemonico.
    ma sempre servi eravamo perchè l?italia unita nasce serva degli inglesi e diviene serva degli americani dopo la II geurra mondiale: dal 1922 al 1943, tenta maldestramente di liberarsi dal giogo inglese con un gioco d'azzardo che, se anche fosse riuscito, l'avrebbe fatta diventare serva dello scarpone germanico.
    Perchè i servi, purtroppo, difficilmente hanno una loro progettualità autonoma ma, al massimo, cercano di cambiare padrone.
    Ed oggi, con giovani leve decerebrate e mollaccione siamo pronti alla sostituzione etnico culturale ed essere trasformati in quel bel zibaldone di estraneità che consentirà la totale rapina del paese nel mentre ci accapigleremo divisi tra razzisti contro i cittadini del modo, omofobi contro pol. cor., cristiani contro musulmani.
    Mi viene da vomitare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A Spartaco pero' gli girarono le balle!
      Non dimentichiamoci di questo. Non dimentichiamo chi eravamo! Qualche "puro" italico ancora esiste.
      Con stima
      Uguccione Della Daga
      Anonimo R

      Elimina
  8. ITALIA "NIGGA" THUNDERFUCK

    Questa e' per Alexandr Puskin (in Lerner?).

    https://www.maurizioblondet.it/mafia-nigeriana-censurato-lorrore/

    Senza rancore e ne phatos Pushkin. Neanche con pieta'! Sembra che la realta' sia cosi' cosi' (direbbe Uguccione Abram l'Africano).
    Forza Zingaretti: c'e' ancora tanto da fare!
    Anonimo R

    RispondiElimina

  9. Mi sto convincendo sempre più che la politica sia un sempiterno tema con variazioni che procede hegelianamente per triadi: fascisti, antifascisti, democristiani; DC, PCI margherita/ulivo/DS; PD, FI, patto del Nazzareno; europeisti radicalchic, sovranisti/populisti, il prossimo soggetto politico... non si sfugge alla regola, la sintesi diventa la nuova tesi e genera la nuova antitesi.
    Il prode Orlando le dà di santa ragione al feroce Saladino o viceversa, il pubblico pagante applaude ed il burattinaio incassa il biglietto sia se fa vincere il primo che il secondo ma il bimbo di 5 anni che assiste al teatrino ignora il dettaglio e tifa, tifa tifa... poi, arrivato a 50 o più continua a tifare, tifare, tifare...
    Perciò, di che ci stupiamo?
    Non può morire ciò che in eterno giace ed in strani eoni persino il PD tornerà a vincere le elezioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Il PD no, il PD noooo..."
      (si veda, come riferimento recitativo, il Principe Vlad quando viene "sgamato" nel film "Dracula" di Coppola).
      Continua con tono apocalittico: "Urge un esorcismo nazionale! Ma chi scomodare per la infernale impresa? Se chiamassimo il Santo Padre, facile che ci restiamo indemoniati pure noi. Preghiamo allora miei cari fedeli. Preghiamo il Santo Rosario, la Madonna e Padre Pio, perche' siamo soli contro il maligno..."
      Padre Uguccione U'muort, esorcista e cacciatore di demoni, nel film horror splatter: "Il ritorno del PD, di Dracula e degli zombie".
      Anonimo R

      Elimina
    2. Purtroppo è così come dite, reverendo Padre Uguccione. contro l'Armata degli Ottenebrati che avanza inesorabile nulla puotono le nostre miserrime forze. Per respingere il maligno forse non basterebbe neanche la buonanima dell'Ingrassia nei panni dell'Esorciccio ma, visto che i radicalchic aborriscono la laida materialità e la triviale eterosessualità, suggerisco di sottoporre gli adepti del polcor ad una cura a base di Giovannona Coscialunga le cui forme ubertose potrebbero far resuscitare quel po' di testosterone che ora è diluito in concentrazioni omeopatiche nei loro fluidi corporali. Il polizziottesco che completa la celebre triade, quella che fu indicata come antidoto alle velleità culturaloidi del sinistro radicalchic, lo lasciamo all'attuale ministro degli Interni, l'ineffabile Selfini.
      per il resto, battute a parte, non si può che ammettere la natura metafisica dello scempio odierno ed invocare l'Aiuto Celeste:
      Sancte Michael Archangele,
      defende nos in proelio.

      Elimina
    3. Io la benedico caro Alessandro, e le concedo Potere sulle tenebre! A lei il diploma di "Esorciccio maleficius".
      (Segno della croce).

      https://youtu.be/LpjGGOmRYCc

      Amen.
      Uguccione Santo Subito.
      Anonimo R

      Elimina
  10. Tornando per un momento lucido, Uguccione il Pazzo (del ramo dei Pazzi, nemici giurati dei Dementi), nel suo grande dircorso fatto a Ratisbona nel 2030 sentenzio':
    "...questi son tempi di tribolazione ed inganni cari fratelli, dove pero' puo' accadere il miracolo della riscoperta della Verita', della Via Maestra solcata dall'Antenato. D'altronde chi ha mai detto che la Vita Eterna e' per tutti? Il male esiste e cosi' l'abiezione. L'Inferno aspetta potenti, gonzi e subpotenti. L'Antica Via fu tracciata da pochi ed eccezionali uomini, ed e' per pochi. A noi la scelta e, dopo la scelta, l'obbligo di tramandare tale Sacra Via. Ma, va detto, senza Religione ogni Resistenza e' vana. Il Nemico e' ferreamente religioso, di una segreta fede luciferina ferrea ed incrollabile: questo e' il suo solo vero vantaggio verso di noi."
    Nota: estratto del discorso di Ratisbona, prima dell'esilio in Madagascar, del veggente Uguccione il Pazzo, conosciuto anche con l'appellativo di "nemo profeta in Patria e in vita".
    Anonimo R

    RispondiElimina
  11. Anonimo R, fraintendi, sono assolutamente contrario all'immigrazione ma ... mi fa venire l'orticaria lo scambiare la singola persona per il fenomeno massivo. Bisogna sempre vedere nel singolo immigrato un pover'uomo che cerca un futuro. Fatto questo, dopo, con la tutta la dignità dovuta ad ogni essere senziente, egoisticamente, per ragion di stato, per real politik, lo si rimanda da dove è venuto. Alceste rivendica la luminosa verità dell'assioma: la guerra, pur in tutta la sua rovinosa tragedia, ha sempre un effetto catartico e virtuoso sugli animi umani (che è però il ragionamento del: "tagliati un dito per capire vale e quanto è bello averlo"). Io rivendico la lapalissiana verità che tutta la distruzione dell'Italia proviene, da millenni, dai bei biondini e non dagli scuretti (compresi i mezzitoni a te tanto invisi). Prendersela con livore con gli ultimi e non con i primi ... è stupidità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Caro Puskin, vedo che, sempre mediamente abilmente, sia confondi le acque che offendi.
      Tu non hai idea a quanti immigrati, anche africani ma non solo, io pago lo stipendio a fine mese e tratto da Re, e non hai la minima idea di quanti io ne abbia aiutato in trent'anni (e di come spesso, non sempre ovvio, sia stato ripagato).
      Se vado, per esempio in Russia, devo fare il visto, così se vado negli USA, così se vado in Australia ecc.
      Un paese può al massimo accogliere un certo numero di immigrati (bianchi, neri, gialli, rossi, a pois, arcobaleno, mix ecc. è indifferente), a patto che REALMENTE NE ABBIANO DIRITTO PER MOTIVI UMANITARI COMPROVATI E NO FASULLI, oppure a patto che SERVANO NEL PROCESSO PRODUTTIVO. Oltre un certo numero non è più accoglienza ma distruzione del paese ospitante.
      In entrambi i casi a chiunque entra in una nazione e per l'antica legge dell'ospitalità, va data e va chiesta una cosa:
      1) VA DATA UNA DIGNITOSA ACCOGLIENZA E FUTURO;
      2) VA CHIESTO IL RISPETTO DELLE LEGGI (SCRITTE E NON SCRITTE) DEL PAESE OSPITANTE.
      Comunque sia, vengono SEMPRE prima gli abitanti del paese ospitante, quindi nel nostro caso gli italiani, ovvero COLORO LE CUI STIRPI HANNO COMBATTUTO E VERSATO SANGUE, OLTRE CHE COSTRUITO CULTURALMENTE QUESTO PAESE.
      Chi la pensa diversamente da tale naturale assioma, è un nemico interno. Niente di più e niente di meno.
      ABBIAMO GIA' SUPERATO E DI GRAN LUNGA LA CAPACITA' DI ACCOGLIENZA IN ITALIA: TUTTE LE RISORSE BOLDRINIANE E DEL PD FINISCONO O PER ESSERE MANTENUTE A VITA O PER SPACCIARE O DELINQUERE. PER IL 90% SONO INUTILIZZABILI IN ITALIA ED EUROPA SIA CULTURALMENTE CHE PRODUTTIVAMENTE. E NON SI INTEGRANO. QUESTO NON LO DICO IO, MA I NUMERI REALI DELL'INTEGRAZIONE. CERTO, SONO UN UTILISSIMO SERBATOIO DI VOTI PER I PARTITI CHE SPINGONO PER IL LORO INGRESSO E OSPITALITA' ILLEGALI.
      E TUTTI GLI ITALIANI ALLA CANNA DEL GAS?
      E TUTTE LE AZIENDE CHE HANNO CHIUSO E CHE CHIUDERANNO A BREVE?
      Se parlo degli africani che sono entrati illegalmente in Italia e che spacciano o delinquono (portati qui sia dai nemici dell'Italia che dalla quinta colonna interna alla quale tu appartieni, ovvio), che non si integrano e che distruggono il tessuto culturale e sociale italiano, è perché sono entrati degli africani. Se fosse un'invasione, che ne so, di bulgari, per me sarebbe la stessa cosa!
      Ovviamente a te tutto questo men che meno ti sfiora. Il tuo problema è che qualche italiano si stia rompendo i coglioni di questo andazzo e che magari il programma si inceppi: il piano non è ancora (purtroppo per te) completato.
      Tu dai, indirettamente a me italiano da almeno mille anni, che vengo da una grande stirpe e famiglia, che produco, dirigo un'azienda importante e faccio grande (per quel che mi compete) quel che rimane di questo paese che si chiama Italia, tu dai a me dello stupido. Indirettamente s'intende.
      E sostieni, bugiardamente, che la distruzione dell'Italia proviene da millenni e a causa nostra, se ho ben capito, o a causa di imprecisati "biondini". Beh, riguardo ai "biondini", avercene di quelli di pura razza, e anche di biondine! Sono i e le TOP mondiali! Per questo vanno distrutti, cancellati.
      Io ti ho capito sai chi sei: non tu, ma il tuo prototipo umano e razziale. Perché alla fine sei tu quello che e infinitamente più di me, rimarchi la "razza".
      Non continuo: ho altro da fare che camminare su un binario morto.
      La guerra non guarda in faccia il singolo, ma tu parli di guerra e di singoli.
      Con disprezzo.
      Anonimo R

      Elimina
    3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  12. La Cirinnà la conobbi da pischello mentre mi guadagnavo la piotta facendo lo scrutatore. Lei era la presidente di seggio, qualche anno più grande di me. Me la ricordo roscia naturale, un po' esoftalmica ma a suo modo suo arrapante. Le feci un'impercettibile corte, ma il suo allegro entusiasmo verso il mondo mi irritava. Poi ebbi tutto chiaro quando mi disse che faceva anche la capa scout.
    A.

    RispondiElimina
  13. Ti spiego chi sono i "biondini" che intendo, sono gli angli, sono i sassoni, sono gli ostrogoti, i visigoti, i germani, i normanni, gli alemanni, gli ambroni, i banochemi, i buri, i canninefati, i dulgubini, i grutungi ... quella gente che i romani chiamavano sinteticamente: barbari! quelli che da un po' prima del 476 e fino a tutt'oggi, ci dominano, condizionano, saccheggiano, sabotano, quelli che fanno gli amiconi, come da manuale di guerra: "prima regola: occultare le tue reali intenzioni (Dio mi guardi dagli amici che dai nemici mi guardo io). Quelli che hanno inventato la nobiltà di sangue, per consolidare e trasmettere perennemente il loro potere, tutte le casate europee sono di stirpe germanica. I romani non avevano nobiltà di sangue, avevano un patriziato di valore ed avevano una mobilità interclasse fenomenale, ancora oggi sconosciuta alle società di tipo anglosassone. Quel sistema perfetto i "nostri" l'hanno distrutto, a loro uso e consumo, sono stati una jattura mondiale. Ci siamo ripresi e stati relativamente bene solo quando erano deboli o distratti (comuni, rinascimento), non per niente il loro dominio venne chiamato: "i secoli bui". L'editto di Mediolanum fu solo la presa d'atto dell'ormai inevitabile disfatta, della materiale inferiorità delle popolazioni italiche ed il cercare di consolidare, come ripiego, una centralità spirituale/morale, avevamo dei grandi uomini in Italia qualche secolo fa, fenomenalmente lungimiranti. I tuoi biondini sono gli stessi che crearono i sistema di caste in India e, probabilmente, è pure vera quella teoria che una buona parte di plutarchi biondini si siano impossessati della religione giudea ed abbiano cercato di sostituirsi ai giudei scuretti. Sono naturalmente razzisti e ti considerano, caro R, come appartenente ad una razza meticcia inferiore. Una cosa di cui non mi capacito è di come così tanti italianuzzi fascistelli continuino ad ammirarli ed amarli, ricambiati solo da una finta amicizia colma di disprezzo, una sorta di sindrome di Stoccolma.

    RispondiElimina
  14. Caro Puskin, ti manca una parte di storia. Quella essenziale! Ma non te la scrivo qua. Perché poi? Chiaro: non è colpa tua (voglio pensare), ma tu, semplicemente, rimastichi... Propaganda. Siccome però ti opponi a me, e a me piacciono le tenzoni e rispetto l'opponente, ti prometto che se mai un giorno ci incontrassimo, dopo che avrò ben scrutato i tuoi tratti somatici e discettato con te di cose frivole e amene, magari, dico magari, ti racconterò il pezzo che ti manca.
    Non è una questione di "fascistelli". La faccenda va molto ma molto più al di la.
    E visto come la metti, prima che io e te abbiamo una chances di incontrarci (soprattutto intellettualmente), ne hai di strada da fare.
    Il percorso è irto di ostacoli quasi insormontabili per tu, uomo medio acculturato e di medi sentimenti. E poi, quando meno te lo aspetti, ti troverai di fronte il nemico più feroce che tu mai potrai incontrare: te stesso.
    E lo dovrai uccidere per avanzare. Così avrai il mondo nelle tue mani e chiarezza di visioni. Solo allora ci potremo incontrare, ma allora, tu non avrai più bisogno di me in quanto io avrò già e misteriosamente assolto alla mia imperscrutabile funzione.
    Un saluto non svedese... Poveri svedesi, una volta erano terrificanti vichinghi biondi; le donne poi, tope fantastiche dal pelo lungo e luccicante come la folgore.
    Oggi sono ridotti ad un branco di castroni, froci, lesbiche e frigide isteriche, su cui banchetta un branco di infidi sanguemarci tagliagole.
    Anonimo R

    RispondiElimina
  15. :-D hai dimenticato il Sieg heil! di prammatica. Mi spiace deluderti ma il mio naso è diritto, la mia mascella piuttosto squadrata e i miei lobi auricolari ben staccati nonchè i capelli o quel che resta irrimediabilmente sottili e lisci. Anche un uomo medio come me ha subito capito che fai parte di una "libera associazione" di arditi che pensano di poter ancora rovesciare le sorti della II guerra, fai attenzione che lo capirebbe anche un procuratorucolo polcor di periferia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Suvvia Alessandro (mi conceda l'intimità): abbiamo già troppo annoiato la platea.
      Con neutro saluto
      Anonimo R

      Elimina
  16. MOTHER FUCK ANY GOOD BIONDINO IS A DEAD BIONDINO

    https://www.youtube.com/watch?v=SIa7wTuQQ7o
    HOLLYWOOD SATANIC SLAVES: "The Next Generation"
    SavedbyGrace0909

    Niente di che. Ci stiamo lavorando.
    Anonimo R

    RispondiElimina
  17. In questo periodo ho sempre in testa questi pensieri: come siamo piccini... quanto sono piccole le cose che ci propinano... se abitiamo il mondo dei media, siamo costretti alle loro piccinerie... non si può vivere nel loro mondo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piccoli ... Sempre più piccoli ... Microscopici, ormai ...

      Elimina
  18. Piccin piccio' picinin 50.000

    https://youtu.be/nRmAzgG_2Vw

    Una persona di buon senso il Sig. Lendonor Ciro. Come ce ne sono ancora tante in Italia.

    Anonimo R

    RispondiElimina
  19. READY MADE TV: HANNO DISTRUTTO L’ITALIA, SALVIAMOLA! (1)
    Sempre nell’ottica entropica del “READY MADE” e per fornire uno spaccato croccante e non intellettual-chic dell’Italia che dorme sotto le ceneri, riportiamo parte dello scambio di commenti al video sotto segnalato.
    Attenzione: i commenti più sotto riportati non aderisco ai dettami PolCor, quindi potrebbe scandalizzare anime sensibili tipo snowflakes, proaliens, prodiversity, genderflu, poliviptrans, più Europa ecc., oltre che filosofi del vuoto vari. Inoltre non necessariamente sono condivisi dall'editore.

    https://www.youtube.com/watch?v=AkHY5ibKCDc
    Hanno distrutto l’Italia, salviamola!
    Ing. CARLO NEGRI

    Come investire soldi1 settimana fa
    Purtroppo c'è un clima e un pensiero che sta uccidendo e avvelenando il paese e non so se sarà possibile arrestare questo processo autodistruttivo! Intanto il pensiero europeista e globalista, che vede euro ed UE come il bene dell'Italia è difficilissimo da estirpare. Anche se tutti stanno venendo distrutti da queste due entità straniere, sono tutti ad adorarli e si faranno brasare fino alla fine (parliamo di quasi 3/4 della popolazione). Quando poi se ne accorgeranno, semmai se ne accorgeranno, di essere totalmente lessati, sarà troppo tardi per ogni mossa e per ogni cambiamento in quanto diventerà impossibile avere le forze per reagire. Non ci sarà più un'industria, non ci sarà più una produzione alimentare per l'autosufficienza, non ci saranno più persone istruite in grado di farlo (perchè abbiamo avuto poche nascite e quei pochi nati sono andati all'estero), avremo una zavorra enorme di nullafacenti imbarcati dall'Africa, avremo tutte le infrastrutture compromesse dal degrado ed inutilizzabili, e così via. Sembrano tutti in piena sindrome di Stoccolma in cui patteggiano per l'aguzzino. Mesi di spiegazioni di gente competente che cerca di aprire gli occhi a tutti in convegni e teatri (in stile moti carbonari) cancellati da un "apparizione" di Draghi o di Monti che vanno a sparare qualche cazzata in TV o in una Università compiacente e poi mediaticamente pompata in tutti i TG nazionali per dei giorni! Dall'altro lato c'è un clima d'odio che monta in tutta la nazione e si manifesta in due direzioni: la prima è quella di chi vede la nazione che va nel degrado ma invece di pigliarsela con l'euro e con l'Europa se la sono pigliata contro chi ha i soldi e le competenze.
    (CONTINUA)

    RispondiElimina
  20. READY MADE TV: HANNO DISTRUTTO L’ITALIA, SALVIAMOLA! (2)
    (Continuazione del commento di: Come investire soldi1 settimana fa)
    E' sta una abile mossa del PD e degli europeisti quella di far credere a questa massa di persone che il problema non fosse l'euro e l'Europa. La risultate finale è stato m5s. Questo agiscono per vendetta e per invidia. Cioè, il loro elettorato ha visto il problema, al contrario di quelli del PD, ma sono stati manipolati per sfogare la protesta nella direzione sbagliata! E' impossibile aprire gli occhi a tutto il loro elettorato in quanto pensano profondamente di essere nel giusto. La risultate finale sarà l'Accelerazione del processo distruttivo innescato dall'ulivo e proseguito dal PD. Dall'altro lato, in contrappeso, c'è l'odio anti-nazionale. Questo a dire il vero c'è sempre stato nel nostro paese, ma adesso sta arrivando a delle vette incredibili. Questi lavorano scientemente contro l'interesse della nazione al fine di disintegrarla e consegnare lo scalpo al nemico straniero.
    Ma non solo! Tutti i partiti del parlamento lavorano per la distruzione della nazione anche se con strategie diverse: 1) Il PD lo fa in modo diretto e chiaro e te lo dice pure in faccia; 2) Forza Italia è complice del PD e lavora alla distruzione della nazione ma lo fa in modo indiretto e tramite l'uso dei media contro le poche idee valide del m5s cercando di convincere che la soluzione sia creare gli stati uniti d'europa, l'unione degli eserciti eccetera (cioè la perdita della sovranità); 3) M5s partecipa attivamente alla distruzione della capacità produttiva della nazione e ha solo alcune idee valide; 4) Le poche idee valide del m5s vengono osteggiate dalla Lega (vedesi ultimamente la storia della nazionalizzazione della banca d'Italia) anche se è proprio la lega che nel tempo lo ha sempre chiesto... Stanno tutti mettendo in scena un'opera dei pupi per distrarre la gente mentre portano volutamente e scientemente la nazione verso la distruzione volontaria della costituzione e di ciò che hanno fatto i nostri avi. E la gente continua a non capire cosa accade!!!

    Fabio 801 settimana fa
    Nessuno a parte il nostro Ingegnere ha avuto le palle di dire queste cose.

    Gabriele Gusmeroli1 settimana fa
    Il discorso è che i cittadini sono pecoroni e si appiattiscono al sistema come al tempo dell'impero romano "pane e circo" oggi feste popolari e calcio. E così si annebbiano i cervelli.

    READY MADE TV: una voce cinica ed asettica dentro la gabbia dei servi della gleba italioti, scardinata dai soli pochi patrioti italiani ancora rimasti i quali subiscono, ovvio, una obbligatoria “REDUCTIO AT HITLERUM” da parte dei soliti cretini che, se possibile, sono ancor peggio del nemico. Quello vero.
    Anonimo R

    RispondiElimina
  21. Eh R, ancora una volta vedi il dito Pddino e non vedi la luna Biondina.

    RispondiElimina
  22. Ma si, anche per la Luna Biondina verrà il suo turno. Ma non sono io che parlo qui e non mi sto accanendo sul PD: il post di Alceste riguarda le Primarie del PD, tema suggestivo. Nel mio stile sulfureo vi giro dei commenti del popolo italiano, commenti che anche un partito come il PD dovrebbe leggere con attenzione.
    Sto raccogliendo altri video esilaranti sul tema da cui emerge che sempre di più persone han capito che destra o sinistra o "news" non cambia: la tagliola è sempre quella.
    A me comunque le bionde piacciono, quindi inizierò una petizione per la loro salvezza (anche by-partisan, per non scontentare l'altra metà del cielo).
    SAVE BIONDINA AND BIONDINO: adotta a distanza un biondino/una biondina: i tedeschi sono alla canna del gas peggio degli africani!
    Magari un giorno veramente ne parliamo io e te a quattro occhi dei "biondini": tu porti le tue tesi, io le mie. Forse viene fuori qualcosa di interessante: vedo che sai comunque tante cose e su certi aspetti ne sai sicuramente più di me.
    Anonimo R

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao anche io sono stata molto colpita dall'estetica nazista mio malgrado, non solo per l'idea di grandezza ma per averla mantenuta anche nella sconfitta. Sul varco della Futa sono stata al cimitero tedesco e ho provato un forte rispetto, sempre mio malgrado, nella cripta che raccoglieva i corpi dei generali e i loro simboli che solo li potevano essere esposti perché i dadi della storia avevano deciso di cancellarli. Però mi rendo conto che Gobbels era un povero storpio fin dalla nascita e solo per questo forse ha così reso tangibile la possibilità della perfezione.io penso che questo sogno possa toccare solo a chi è stato intrinsecamente vulnerato e offeso dalla vita, chiunque altro può solo riderne. Apprezzo chi scrive col cuore tutti quelli che qui intervengono. Buona domenica, Serena

      Elimina
  23. ITALIA THUNDERFUCK 3 LA FESTA DELLA DONNA: MEGLIO FROCIA CHE FASCISTA

    https://www.citizengo.org/it/pc/169128-non-bloccate-puberta-dei-bambini-stop-alla-triptorelina-libera
    Non bloccate la pubertà dei bambini: stop alla Triptorelina libera
    CITIZENGO.ORG
    (CON FIRMA PER PETIZIONE POPOLARE)

    https://www.citizengo.org/it/pc/169112-president-trump-protect-pre-born-children-un
    Festa della donna: l'ONU regala aborti di massa e Gender nelle scuole
    CITIZENGO.ORG
    (CON FIRMA PER PETIZIONE POPOLARE)

    E tanto per non farci mancare nulla: la "donna" italiana del futuro!!!

    https://www.youtube.com/watch?v=BqalCYDBuQs

    https://www.youtube.com/watch?v=48Z324lqxLc

    Anonimo R

    RispondiElimina
    Risposte
    1. https://youtu.be/zwQi8p0ePLo

      Laura

      Elimina
  24. https://www.youtube.com/watch?v=Q7ZIunxhBPg

    Anonimo R

    RispondiElimina
  25. Donne di VOX, Spagna!
    Donne vere, antifemministe, che rifiutano l'8 marzo, la persecuzione degli uomini, le quote rosa, il gender e molto altro!
    Sveglia! Tutti i modelli che hanno sovvertito la nostra civilta' sono rigorosamente "left" (Berlusconi mon e' mai stato di destra e neanche la Lega) e provengono da oltremanica e oltreoceano. Questi modelli sono stati propagandati da una legione di invertiti, trans e pedofili che controllano partiti, televisione, cinema, radio, religioni ecc. Obbiettivo: distruggere le donne, gli uomini ed i bambini (distruzione della famiglia, l'aborto, i vaccini). Adesso stanno strisciando per la legalizzazione della pedofilia, perche' vogliono un mondo a loro immagine e somiglianza. Inoltre si sentono minacciati, perche' piu' di qualcuno comincia a svegliarsi, ad alzare la testa e a sputtanarli. Troppo pochi pero': la massa silente di coglioni impauriti tace mentre la quinta colonna gender lavora indisturbata. Adesso poi vi hanno dato la paghetta di cittadinanza. Quindi accetterete anche questo abominio oltre a quello dei vaccini. Prima vi hanno ammorbidito il cervello con i gaypride, le Drag Queen, i femminicidi, i matrimoni gay, le adozioni gay ecc. E poi vi hanno ficcato in testa i "diritti". Eh gia', anche il pedofilo gratta gratta ha i suoi diritti, il suo bisogno di amore. Magari e' anche una persona brillante, di successo e con pseudo trans-famiglia. E invece... Solo ignoranti "haters", persino in odore di fascismo contro di lui. Legalizzare e' la parola d'ordine. Guardate chi ha usato in questi ultimi anni queste due parole: diritti e legalizzazione. Me too? No! Per me cari mostri attaccatevi tutti una macina al collo e buttatevi in un lago profondo almeno trenta o trecento metri.
    Materiale se volete ne trovate a tonnellate su internet.
    Il prossimo passo sara' quello di cambiare nome alla pedofilia: si chiamera' in qualche altro modo accattivante. Poi qualche trans finta donna psicologo (non voglio pensare peggio, ma a voi questa cornacchia gracchiante nel video piu' sotto TEDx vi sembra una donna o un trans?) rabbonira' la platea con numeri, dati, questioni che metteranno il pedofilo sotto una luce di "vittima", quindi di portatore di "diritti universali".
    E i coglioni come al solito non si accorgeranno dell'inganno e, rincoglioniti come sono non assalteranno la platea per cacciare la merdaccia a calci in culo! No: staranno li ad ascoltare in silenzio pensando che, forse, un po di ragione quella "donna" ce l'ha e che, in fondo in fondo, anche i "chicken lover" sono esseri bisognosi di amore.

    https://youtu.be/egiBgmvv8wA

    Sveglia coglioni e coglione: i vostri idoli sono tutti o trans o pervertiti, e lavorano per distruggervi!
    Ovviamente ogni accusa di pedofilia va attentamente valutata: troppe accuse false di abuso nei confronti dei figli, fatte soprattutto da donne al loro ex (ma non solo): una piaga da bloccare con pene severissime per chi diffama, sia esso donna o uomo. Ricordiamo che il Governo Renzi emano' la legge che obbliga il Pubblico Ministero ad aprire un'indagine penale in caso di denuncia di violenza o molestia. Circa il 97% di queste accuse, per la quasi totalita' false, viene o archiviata o al processo l'accusato viene assolto. E all'infame diffamatore non succede nulla. Anche questo a mio avviso un passo geniale verso la normalizzazione della pedofilia: visto che il 97% delle accuse di abuso su minori sono false, forse anche l'idea della pedofilia e' falsa. E mentre padri modello vengono perseguitati, i veri pedofili lavorano dietro e davanti le quinte.
    Risvegliatevi donne: voi siete la chiave di volta.

    https://youtu.be/yPVvDM7tEAA

    Anonimo R

    RispondiElimina
  26. Bypartisan TAV.

    https://youtu.be/0E4b5ycw44s

    Anonimo R

    RispondiElimina
  27. NUNUNU
    è la linea "moda" satanica per bambini genderfluid di Celine Dion (trans pure lei/lui? Guardatevi il canale youtube "Transpocalypse". Interessantissimo).

    NUNU
    compare molte volte nello spettacolo trans-comico della "professoressa" Fullin a Zelig per Emergency.
    Coincidenza? A S. Remo Bisio e la Raffaele hanno realizzato la derisione satanica della canzone "Mamma" di Beniamino Gigli.
    Il comico travesta Fullin rimarca la locuzione NUNU nella sua lezione di "educazione scolastica". Domani magari ripeterà lo spettacolo nella scuola dei vostri unifigli.
    Si comincia a dubitare che ciò sia casuale. Programmazione mentale per la stupida massa sorridente e plaudente? Sono io che vedo cose inesistenti?
    Il "Trans-Travestito-Drag Queen" come leva del transumanesimo, per arrivare alla desessualizzazione/ipersessualizzazione omo dei bambini, obbiettivi di case farmaceutiche, di "educatori gender" e di "poveri pedofili incompresi bisognosi di amore"?
    Ma dove sono finiti i diritti dei bambini? I diritti dei concepiti sono già stati tutti satanicamente distrutti. E dove sono diniti i DOVERI DEI GENITORI?
    Si direbbe che stanno togliendo diritti all'umano alzando via via l'asticella dell'età dove l'essere, privato lentamente ed opportunamente di ciascun diritto, può essere a discrezione di qualche soggetto, per esempio politico o educativo o giudiziario o medico, bombardato di vaccini, desessualizzato, eliminato.
    E se i genitori si oppongono a ciò che questo stato dittatoriale impone con "evidenze scientifiche" che di scientifico non hanno nulla, ti tolgono la potestà dei figli, e i tuoi figli vengono dati in adozione a coppie omo.
    Sta già succedendo in certi Stati USA. In Canada il problema sta esplodendo.
    Se nessuno si ribella a quest'andazzo, perchè mai domani non dovrebbero togliere anche a noi adulti tutti i diritti, noi adulti inutili perchè incapaci di ribellione e reazione di difesa anche dei nostri figli?
    Il nemico lavora in modo molto raffinato: quando però capisci il suo "linguaggio", lo spettacolo della Fullin ti fa rabbrividire e non sorridere.
    Transhumanism = transumano? Per me significa "Umano Trans".
    Cosa si nasconde veramente dietro l'agenda LGBT - gender? Cosa si nasconde dietro l'agenda vaccinale?

    https://www.youtube.com/watch?v=EWcsqYEHD8o

    Ridete ridete. Ride ben chi ride ultimo!
    Anonimo R

    RispondiElimina
  28. Leggere i commenti sta diventando imbarazzante ...

    RispondiElimina

Siate gentili ...